Il ricordo di Elisa ad una settimana dal tragico incidente a Condove I biker e gli amici posano una piccola targa e un mazzo di fiori

20170716_165007

CONDOVE- “Non è giusto era una ragazza splendida, spero che quell’assasino marcisca in galera tutta la vita” così un motociclista visibilmente arrabbiato scarica la sua rabbia mentre altri in silenzio passano in strada arrivando alla rotonda. Una piccola targa viene posata tra i fiori e parte un applauso forte che viene coperto dal rombo dei motori.   Ad una settimana esatta dal tragico avvenimento che ha stroncato la vita della giovane Elisa Ferrero e ridotto in fin di vita il suo fidanzato, gli amici motociclisti hanno voluto ritrovarsi a Condove.

Un ricordo sulla strada

Sguardi fissi sulla strada, il traffico che rallenta ma non si ferma come la vita senza Elisa che sette giorni fa era posata lì senza vita. Cosi sulla Strada Statale  c’è stato un momento emozionante e ricco di rabbia.