Riunita la Conferenza Alte Valli Emanuela Sarti: "E’ importante pianificare le progettazioni europee"

Chav2711015

CONDOVE – E’ tornata a riunirsi giovedi 26 novembre la Conferenza Alte Valli che raggruppa i territori transfontalieri dell’area della Valle Susa e Sangone, del Pinerolese, e delle sei Communauté de Communes del Grand Briançonnais e della Maurienne. L’associazione, costituita ufficialmente nel 2007, fin dai primi anni ’90 ha rappresentato lo strumento dove discutere e pianificare le partnership sulle progettazioni europee, formando l’ambito territoriale più esteso del confine fra la Provincia di Torino e la Francia. L’incontro ha interrotto mesi di stallo, dovuto alla riorganizzazione degli enti territoriali attualmente in corso in Italia e prevista in un futuro non lontano anche in Francia. “In questo periodo di nuova programmazione ALCOTRA bisogna cercare di superare i problemi di tipo amministrativo – ha sottolineato il sindaco di Monginevro Guy Hermitte – per recuperare legami storici che ci uniscono e valorizzare le attività realizzate nelle passate programmazioni, in particolare con il PIT Alte Valli, che ha investito nel territorio circa 8 milioni di Euro e che è stato l’unico in area ALCOTRA ad essere realizzato da enti sovracomunali”. L’uscita dei primi bandi INTERREG 2014-2020 e la volontà di evitare di perdere le nuove occasioni di progettazione, richiede di velocizzare i passaggi per assicurare la transizione tra la CHAV attuale e quella futura: la nomina dei delegati degli enti, il rinnovo delle cariche, la ridefinizione delle quote associative, trovare le candidature di un presidente e di un vice Presidente. In primis, tuttavia, occorre rinnovare lo statuto in base alla ridefinizione territoriale delle Unioni Montane italiane e, a questo fine, l’assemblea ha individuato un gruppo di lavoro politico costituito da un rappresentante per ogni macro-area della CHAV: Grand Briançonnais: Guy Hermitte; Maurienne: Jean-Claude Raffin; Valle di Susa e Sangone: Maurizio Beria, sindaco di Sauze di Cesana; Unione Montana Valli Chisone e Germanasca e Pinerolese: Enrico Peggiani. “Dopo quella dei Progetti singoli fissata per il 15 gennaio, la prossima scadenza importante per ALCOTRA sarà il periodo 15 giugno-15 settembre 2016 per presentare le candidature ai Piani Integrati Territoriali – spiega Emanuela Sarti, sindaco di Condove e rappresentante dell’Unione Valle Susa nella CHAV – Aspetto prioritario della progettazione è l’analisi del contesto, che andrà redatta da un gruppo di lavoro per ciascuno dei due lati della frontiera a partire dai documenti elaborati in precedenza nei vari territori e successivamente messa in comune. Un lavoro che però non dovrà aspettare il riordino della CHAV, ma che dovrà procedere parallelamente ad esso”.