Rivalta elezioni, Il candidato sindaco Nicola de Ruggiero pensa alle ex Casermette In Frazione Tetti Francesi un nuovo disegno per l'area degli ex depositi di artiglieria

A Rivalta Nicola de Ruggiero chiede ragguagli sul futuro del Rio HotelA Rivalta Nicola de Ruggiero chiede ragguagli sul futuro del Rio Hotel

RIVALTA  – Un nuovo disegno per l’area delle ex Casermette in Frazione Tetti Francesi a Rivalta è fra le realizzazioni che si propone il candidato sindaco Nicola de Ruggiero.

Un quartiere molto caro al candidato

Tetti Francesi è uno dei quartieri a cui sono maggiormente affezionato. Qui più che altrove risiedono molte famiglie che, come me, hanno lasciato la propria terra d’origine in anni lontani per cercare fortuna – spiega de Ruggiero – Qui è possibile ascoltare molti dei dialetti per cui è famosa l’Italia, qui c’è il grande stabilimento FIAT ormai svuotato dagli operai ma che conserva ancora il suo malinconico fascino”.

Il primo impatto delle ex Casermette

Oggi però il primo impatto non è più con la fabbrica e gli operai che escono dai cancelli, aggiunge de Ruggiero, ma con l’area delle ex Casermette Militari che per decenni ha ospitato depositi di artiglieria. “Quando nel 2001 decidemmo di acquistarla immaginammo che quello spazio diventasse un ponte tra Tetti e Gerbole, restituendo dignità a un’area per anni chiusa e inaccessibile”. Ma, considera il candidato,  a oggi il cantiere per la realizzazione di 18 alloggi di edilizia residenziale pubblica ottenuti dalla giunta Neirotti non è ancora partito.

Disegno e destinazione non più attuali

Probabilmente, aggiunge il candidato,  il disegno e le destinazioni immaginati dieci anni fa oggi non sono più attuali, per la crisi dell’edilizia e la possibile mancanza di investitori disposti a realizzare nell’area case e negozi. “Ma se questo disegno non è più attuabile se ne può fare un altro – ipotizza de Ruggiero –  Ed è quello che faremo, ascoltando i cittadini di Tetti Francesi e della Frazione Gerbole e definendo con loro e il Consiglio Comunale un nuovo disegno dell’area, restituendo ai rivaltesi un polmone verde per troppo tempo chiuso e abbandonato”.

Un inizio

“Dopo aver percorso il perimetro delle ex Casermette ho continuato la passeggiata dentro il quartiere insieme ai candidati delle liste che mi sostengono e a tanti amici, ascoltando le richieste dei cittadini e provando, sul campo e insieme a loro, a disegnare le possibili soluzioni – conclude de Ruggiero – Lo abbiamo fatto in passato quando decidemmo di costruire le rotonde su via Primo Maggio per mettere in sicurezza i tanti operai che uscivano dalla FIAT, lo faremo nei prossimi anni per migliorare i servizi e la vivibilità del quartiere, con la promessa di festeggiare da Sindaco a luglio i 50 anni dalla prima auto prodotta dagli stabilimenti FIAT di Rivalta. Era un bellissima 850 coupè”.