Rivalta elezioni, il torrente Sangone nel programma del candidato sindaco Alberto Gianotti Pulizia di fossi e canali con supervisione e attenta manutenzione

A Rivalta Alberto Gianotti dice no all'Alta Velocità a RivaltaA Rivalta Alberto Gianotti dice no all'Alta Velocità a Rivalta

RIVALTA – Un’azione preventiva è la proposta del candidato sindaco Alberto Gianotti per contrastare “Gli allagamenti di case e aziende e le forti erosioni nei fondi agricoli e lungo le sponde del Sangone che si verificano in occasione di forti piogge”.

Una necessaria pulizia

Alberto Gianotti si propone quindi “Di agire preventivamente con un programma di azioni che vadano dalla semplice pulizia della caditoie stradali, alla pulizia dei fossi e dei canali scolmatori, fino al sollecitare le autorità competenti (difesa del suolo e Regione) per la ricalibratura dell’alveo del torrente Sangone,  sempre più colmo di materiali quali sabbia, ciottoli, alberi e altro che ostruiranno il normale flusso di eventuali piene”.

La piene significano erosione

 Le piene, spiega Gianotti, “Hanno comportato e comporteranno erosioni spondali che ridurranno le aree a parco e minacceranno le piste ciclabili. In alcuni punti questa erosione è già visibile,  come sono visibili sabbia e alberi accatastati nel torrente e sulle sue sponde. Per ridurre i danni sono quindi necessarie una manutenzione costante e una supervisione attenta, e i l Comune dovrà avere persone attente a questo tema. Noi le abbiamo e siamo in grado di supervisionare e programmare gli interventi di manutenzione anticipando i disastri e senza gravare nelle tasche dei così contribuenti”.