A Rivalta da un carrozziere il magazzino di zainetti rubati Otto mesi d’indagini i carabinieri di Leinì

Carabinieri (foto archivio)Carabinieri (foto archivio)

RIVALTA – Rubavano nei magazzini della Fercam di Leinì con la complicità di un vigilante e poi rivendevano zainetti e vestiti griffati sui banchi dei mercati rionali di Torino. La refurtiva veniva custodita in un’officina di Rivalta.

Dopo otto mesi d’indagini i carabinieri di Leinì hanno ricostruito l’organigramma della banda. In manette, con l’accusa di ricettazione, è finito anche un carrozziere rivaltese di 49 anni incaricato di nascondere la merce rubata prima che venisse rivenduta agli ambulanti a un terzo del valore. Con la stessa accusa i militari hanno arrestato anche un venditore ambulante e un operaio, entrambi torinesi di 41 e 43 anni.

A Rivalta veniva immagazzinata la refurtiva

L’inchiesta è partita da un furto di zainetti Invicta, Kappa e Seven per un valore di 70 mila euro commesso a gennaio. Una parte del bottino è finita su un banco a Torino, attraverso i contatti telefonici del commerciante, gli investigatori sono riusciti a risalire anche alla carrozzeria di Rivalta, dove è stata recuperata una grande quantità di refurtiva. Nei guai sono finiti anche un sorvegliante e un altro commerciante, denunciati per furto.