Rivalta, sei posti in Croce Bianca per svolgere il Servizio Civile Nazionale

La sede della Croce BiancaLa sede della Croce Bianca

RIVALTA  – Sono sei i posti per diventare volontario della Croce Bianca rivaltese, a disposizione di chi desidera partecipare al  Bando di Servizio Civile Nazionale 2017.

Perché scegliere  il Servizio Civile in Croce Bianca

A spiegare perché si possa decidere di prestare Servizio Civile in Croce Bianca è Samantha che nella Pubblica Assistenza rivaltese ha trovato un ambiente accogliente, compagni che si aiutano tra loro come una grande famiglia e persone che, pur in difficoltà, riempiono il cuore di gioia con un  sorriso o un grazie. “Ho voluto intraprendere questa nuova esperienza lavorativa per dare il mio contributo giornaliero – spiega ancora Samantha –  Tralasciando la parte economica, la quale comunque serve, il vero guadagno è la gratitudine verso i nostri confronti che ci viene donata dalle persone che ogni giorno incontriamo. Più che un’esperienza lavorativa è un’ esperienza di vita che consiglierei ad ogni giovane”.

 Quando e per quanto

La durata del servizio è di dodici mesi. Ai volontari in servizio civile nazionale spetta un assegno mensile di 433,80 euro. La domanda di partecipazione deve pervenire entro le ore 14,00 di lunedì 26 giugno 2017.

Chi e come

Possono partecipare al bando i giovani (senza distinzione di sesso) che abbiano compiuto diciotto anni, non abbiano superato i ventotto (28 anni e 364 giorni) al momento della presentazione della domanda e siano cittadini italiani, cittadini  dell’Unione europea oppure cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti. Può partecipare al bando anche chi abbia già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo IVO4ALL.

Chi non può partecipare al bando

Al contrario, non può partecipare al bando

– chi non ha ancora compiuto 18 anni o ha già compiuto i 29 (al momento della presentazione della domanda)
– chi appartiene ai corpi militari o alle forze di polizia
– chi ha già prestato servizio civile nazionale o lo abbia interrotto prima della scadenza o lo stiano prestando ai sensi della legge 64 del 2001 ovvero per l’attuazione del Programma europeo Garanzia Giovani
– chi ha riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per delitti indicati nel bando/domanda
– chi abbia in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Maggiori informazioni si possono reperire al link:

http://www.anpas.piemonte.it/2017/05/servizio-civile-nazionale-in-pubblica-assistenza-anpas-disponibili-326-posti-in-piemonte/