Rivalta ritorna al 1552 e celebra l’investitura di Risbaldo Ursino

RIVALTA – Un sabato nel passato, fra cena rinascimentale, investitura comitale e fuoco  come spettacolo. Il 21 maggio prossimo Rivalta tornerà al 1552, precisamente al 14 novembre, quando Risbaldo Ursino fu investito dei suoi feudi a nome del Duca Emanuele Filiberto, anche se fu necessario aspettare quasi settant’anni perché la casata degli Orsini ottenesse dai Savoia la dignità di Conti su Rivalta, Orbassano e Trana, e il diritto di estendere tale privilegio alla discendenza sia maschile che femminile. Dunque, dalle ore 16.30, il centro si trasformerà in un borgo rinascimentale grazie all’animazione storica che allieterà rivaltesi e ospiti giunti da fuori  fino al banchetto delle 20, quando ci si dovrà prenotare per avere l’onore e il privilegio di sedere accanto ai personaggi dell’epoca assaggiando salviata, donzelle, pollo finocchiato o torta di riso, e assistendo allo spettacolo offerto da musici e giocolieri.  Dopo l’investitura del Conte Risbaldo da parte del notaro, il parco pubblico del castello accoglierà lo spettacolo del fuoco.