Rivalta, SiAmo Rivalta chiede rettifica e scuse a Rivalta Sostenibile Il campo di beach volley presso l'ex bocciodromo l'oggetto del contendere

SiAmo Rivalta contesta la dichiarazione di Rivalta SostenibileSiAmo Rivalta contesta la dichiarazione di Rivalta Sostenibile

RIVALTA  – Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato inviato dall’associazione SiAmo Rivalta sull’argomento “campo di beach volley”, che vede l’Associazione in contrasto con Rivalta Sostenibile. Per par condicio e maggiore chiarezza, pubblichiamo anche la dichiarazione oggetto del comunicato.

Comunicato e richiesta di rettifica di SiAmo Rivalta

“Di fronte al maldestro tentativo di delegittimazione da parte del Movimento Rivalta Sostenibile, compiuta tramite il comunicato “facciamo chiarezza …. IL CAMPO DI BEACH VOLLEY presso l’ex-bocciodromo”, l’Associazione SiAmo Rivalta richiede una rettifica dei contenuti non corrispondenti al vero,e le pubbliche scuse per le affermazioni lesive dell’immagine dell’Associazione. Perché per “fare chiarezza”, ci vuole più impegno.

Rivalta Sostenibile

[email protected]

Rivalta di Torino (TO)

Oggetto: RICHIESTA RETTIFICA Vs. comunicato “facciamo chiarezza…. IL CAMPO DI BEACH VOLLEY presso l’ex-bocciodromo”

Con riferimento al comunicato di cui all’oggetto, da Voi pubblicato e successivamente condiviso sui social dai sigg. Mauro Marinari e Lucia Gallo, riscontriamo contenutinon corrispondenti al vero, e affermazioni lesive dell’immagine dell’Associazione SiAmo Rivalta.

PREMESSO CHE

  • La veridicità degli articoli fino ad oggi pubblicati da SiAmo Rivalta, a controllo sull’operato dell’Amministrazione, trova fondamento nelle fonti certe e pubbliche, prodotte dalla Amministrazione Comunale stessa.
  • A seguito della mail di Posta Certificata del 1 agosto 2016, indirizzata al Sindaco Mauro Marinari e all’Assessore Marilena Lavagno, nella quale si informava che si sarebbe provveduto al ripristino dell’ex campo di beach volley, e si richiedeva la necessaria attrezzatura sportiva giacente presso Via Trento, all’Associazione SiAmo Rivalta non è mai pervenuta alcuna risposta scritta da parte dell’Amministrazione Comunale.
  • Durante l’incontro di settembre 2016, alla presenza degli Uffici comunali competenti, la verifica delle condizioni di fattibilità determinava che, per motivi connessi alla sicurezza e all’assunzione di responsabilità, la ASDRA non avesse titolo per intervenire sull’area, in quanto non compresa negli spazi attribuiti dalla Convenzione, a quella data già scaduta.
  • SiAmo Rivalta si è perciò riservata di valutare le condizioni di fattibilità del progetto, da realizzare in collaborazione con ASDRA,non appena la Convenzione fosse stata rinnovata, ed estesa al campo di bocce e l’ex campo di beach volley.
  • In data il 15 maggio 2017, l’Assessore Marilena Lavagno affermava su Facebook che “l’incontro per la convenzione è stato fatto a dicembre, poi per i motivi che ho detto e per cui l’amministrazione non è responsabile, la convenzione non è andata avanti”, confermando perciò la tesi “dopo l’incontro, NULLA PIÙ”.

SI RICHIEDE

  • La RETTIFICA del comunicato di cui all’oggetto, e la sua pubblicazione a mezzo degli stessi canali mediatici utilizzati per diffusione dello stesso;
  • le PUBBLICHE SCUSE per aver divulgato un comunicato contenente affermazioni lesive della credibilità dell’Associazione SiAmo Rivalta e dei suoi componenti.

 

II presidente dell’Associazione SiAmo Rivalta

Mar Rubatto Rubio”

La dichiarazione pubblicata sulla pagina Facebook di Rivalta Sostenibile il 14 maggio 2017

“Facciamo Chiarezza… IL CAMPO DA BEACH VOLLEY presso l’ex-bocciodromo.

L’associazione “Siamo Rivalta” si vanta di fare informazione, a detta loro, come controllo sull’operato dell’Amministrazione, dimenticando di dire la cosa fondamentale: LA VERITÀ!

L’associazione “Siamo Rivalta” ha avviato il lavoro di risistemazione del campo di beach volley ad agosto senza autorizzazione alcuna e, attraverso un comunicato stampa, ha pubblicizzato il progetto senza confrontarsi con il Comune proprietario degli spazi.

L’amministrazione ha risposto indirizzando loro una mail nella quale, oltre ad apprezzare la bontà del progetto, si segnalava “che per intervenire su aree di proprietà pubblico è indispensabile inoltrare una richiesta di autorizzazione che va rilasciata dal dirigente del settore manutenzioni e che deve contenere una proposta progettuale e una gestionale: questo ovviamente nel pieno apprezzamento del lavoro volontario ma anche a garanzia del corretto utilizzo delle pubbliche proprietà; inoltre per evidenti aspetti connessi allo sicurezza e all’assunzione di responsabilità, l’installazione di eventuali attrezzature deve essere sottoposta alla“Facciamo Chiarezza… IL CAMPO DA BEACH VOLLEY presso l’ex-bocciodromo. necessaria certificazione di messa in sicurezza per poi procedere a una concessione per la gestione dell’impianto.

Saremo lieti di approfondire questi aspetti in un incontro con voi e l’associazione ASDRA, cui chiederemo di partecipare anche alla dirigente di settore poiché la procedura è di competenza amministrativa.”

A settembre è stato convocato un incontro anche alla presenza degli Uffici, nell’ambito del quale sono state definite le procedure da seguire la risistemazione del campo, fra cui la presentazione di un progetto.

In quell’incontro, l’Associazione “Siamo Rivalta” si è riservata di valutare le molte criticità emerse e, appena deciso se e come procedere, avrebbe presentato un progetto.

IL PROGETTO NON È MAI ARRIVATO e l’Associazione non ha più cercato nessun contatto.

LA VERITÀ risulta essere che l’Amministrazione non ha ostacolato, anzi, ha apprezzato la proposta di “Siamo Rivalta” e ha dato loro gli strumenti per portare a termine il loro encomiabile proposito. Peccato che questi, a distanza di tempo, non si sono più visti né sentiti, NULLA PIÙ.

La Giunta non ha mai ostacolato nulla. Le certificazioni sono richieste per legge”