A Rivalta di Torino una Hit Parade al contrario Saranno i rivaltesi a fornire suggerimenti al candidato sindaco Nicola De Ruggiero

A Rivalta di Torino il candidato sindaco Nicola De Ruggiero chiede consiglio ai cittadiniA Rivalta di Torino il candidato sindaco Nicola De Ruggiero chiede consiglio ai cittadini

RIVALTA di TORINO – Il candidato sindaco della Coalizione Civica Nicola De Ruggiero ha ultimato il suo primo giro di ascolto sul territorio di Rivalta di Torino, dal quale è emerso, si legge nel  comunicato, il distacco che la Giunta Marinari ha creato fra sé e il paese, “Un distacco che è figlio del non ascolto dei bisogni e delle richieste di cittadini, associazioni e categorie”.

Una classifica al negativo

I  giovani volontari della campagna elettorale che hanno accompagnato De Ruggiero in giro per Rivalta di Torino hanno quindi stilato una prima, provvisoria, classifica delle principali critiche rivolte all’attuale amministrazione. Al primo posto si è classificato  l’abbandono del centro storico e al secondo il cattivo rapporto tra amministrazione e associazioni, mentre la medaglia di bronzo è stata assegnata all’aliquota IRPEF che, afferma il comunicato, “Questa Amministrazione, sin dal suo insediamento, ha portato ai massimi livelli consentiti dalla legge”.

La  Hit Parade al contrario

È nata così l’idea di una “Hit Parade al contrario”, che  partirà nei prossimi giorni per concludersi l’11 aprile,  in cui i rivaltesi potranno votare ciò che non funziona a Rivalta di Torino scegliendo tra le 9 proposte o aggiungendone altre nell’apposito spazio. “Anche questo strumento che vuole essere simpatico e divertente ci serve per comprendere quali siano i primi provvedimenti che la prossima Amministrazione dovrà mettere in campo. – dice Nicola De Ruggiero – Nei prossimi giorni saremo nuovamente nei mercati, ma anche davanti alle scuole, nei giardini e nelle piazze per incontrare i rivaltesi e compilare con loro la speciale Hit Parade al contrario della Giunta Marinari”.

 Il commento del Sindaco Mauro Marinari

“Sono stati tanti i riscontri positivi per cui sono contento che venga riconosciuto il lavoro mio e della mia Amministrazione in questi 5 anni.  Siamo perciò fiduciosi, quindi ben venga un sondaggio, senza nessun problema”.