A Rivalta di Torino per Nicola de Ruggiero il centro storico è un fallimento della Giunta Marinari

A Rivalta di Torino Nicola de Ruggiero in giro d'ascolto nel centro storicoA Rivalta di Torino Nicola de Ruggiero in giro d'ascolto nel centro storico

RIVALTA di TORINO – Sabato 11 marzo il “giro di ascolto” del candidato sindaco di Rivalta di Torino  Nicola de Ruggiero, accompagnato da sostenitori e cittadini, è partito da piazza della Pace, simbolo, come si legge nel comunicato,  “Di uno dei fallimenti della Giunta Marinari nel Centro Storico, dove si può toccare con mano la desertificazione a cui lo ha condannato questa Amministrazione che ha completamente ignorato gli appelli che dai commercianti continuano ad arrivare”.

Anche i rivaltesi nel loro piccolo si arrabbiano

“Volevamo prendere un caffè in Piazza della Pace – commenta ora Nicola de RuggieroMa era chiuso. In compenso abbiamo trovato tanti commercianti e cittadini imbufaliti per come questa Amministrazione li ha trattati: cantieri eterni e nessun preavviso sul loro inizio e effettiva durata, nessun dialogo con l’Amministrazione, nessuna iniziativa di sviluppo e promozione e, se non sbaglio, Marinari è anche assessore al commercio.”

Un modo diverso per governare Rivalta

Secondo de Ruggiero, esiste un modo diverso per governare Rivalta, a cominciare dalla collaborazione con tutte le realtà commerciali e produttive, promuovendo con loro iniziative e programmi che rendano attrattivo e conveniente frequentare il centro storico e i suoi negozi: “Nelle prossime settimane presenteremo il nostro programma sul commercio che sarà costruito insieme agli operatori e ai cittadini, visto che le mancanze di questa amministrazione, per quanto riguarda il centro storico, non si limitano alla sola Piazza della Pace”.

Una triste passeggiata

La passeggiata è proseguita poi lungo via Orsini,  dove si trovano il Castello che, dice il candidato sindaco,  “È ancora una scatola vuota e chiusa ai rivaltesi, e  l’edificio di proprietà pubblica che fa angolo con via Bianca della Valle e che sta letteralmente cadendo a pezzi ed è recintato da ormai 4 anni, per poi spingersi fino all’Arco del Rivellino transennato da agosto.  C’è il rischio che se non si interviene urgentemente cambiando l’amministrazione a rimetterci non sarà solo il Centro Storico, ma tutta la nostra Rivalta”.

La risposta del Sindaco Mauro Marinari

“La rinascita del nostro centro storico, attraverso interventi di tipo urbanistico, culturale e di aggregazione, è costato a oggi un milione e trenta euro, e gli interventi strutturali e le iniziative culturali sono troppi per citarli tutti. Per rendersene conto, però, è sufficiente leggere l’articolo in prima pagina sul numero di gennaio del Rivalta Informa”.