I Carabinieri di Rivoli hanno identificato i rapinatori degli uffici postali: un albanese e un italiano già in carcere per rapine Per loro una misura cautelare in carcere. Sono gli autori del colpo ad Alpignano e Grugliasco

Le telecamere di sicurezza  dell'ufficio postale di Alpigna riprendono uno dei rapinatori arrestati dai Carabinieri di RivoliLe telecamere di sicurezza dell'ufficio postale di Alpigna riprendono uno dei rapinatori arrestati dai Carabinieri di Rivoli

RIVOLI – I Carabinieri della Compagnia di Rivoli hanno arrestato due rapinatori ritenuti responsabili di aver assaltato gli uffici postali di Alpignano e di  Grugliasco in Via Don Caustico, e di aver rapinato un supermercato di Torino, l’Ekom di via Castelgomberto. Rapine avvenute  nei mesi di agosto e settembre scorso.

I due uomini, Arber Metalia, albanese di 29 anni, senza fissa dimora, e Emanuele Ravanetti, 39 anni, abitante a Lavagna, in provincia di Genova, erano armati di pistola e pare siano gli stessi che tra agosto e settembre avrebbero messo a segno alcune rapine nel torinese. Il modus operando della coppia criminale è sempre lo stesso: armati di pistola, uno sorveglia i clienti in coda agli sportelli, l’altro passa dietro i banconi, raggiunge le casseforti e sotto la minaccia delle armi si fa aprire da un  dipendente cassetti e cassaforte e infila in un sacchetto di plastica  tutto il contante disponibile.

Decisi quanto sfacciati i due banditi non fanno uso di passamontagna per mascherare i volti durante i tre colpi, ma proprio grazie alle telecamere vengono identificati e individuati dagli investigatori dell’Arma che trasmettono gli atti alla Procura di Torino. Ora il GIP ha emesso a loro carico un provvedimento cautelare che dispone l’immediata carcerazione con l’accusa di rapina aggravata. Provvedimento che al Ravanetti è stato notificato in carcere dove a fine a fine agosto era già finito in quanto arrestato per altre quattro rapine ai danni di banche e supermercati in Liguria.

IL VIDEO DELLE RAPINE