Rivoli, in consiglio comunale si parla dell’arresto del consigliere Massaro

Rivoli, consiglio comunaleRivoli, consiglio comunale

RIVOLI –  Toni accesi e animosità nel consiglio comunale nel discutere della vicenda e dei fatti che hanno interessato il consigliere Francesco Massaro, arrestato per corruzione. Senza voler entrare nella vicenda personale, il sindaco Dessì ha letto un comunicato in cui sostiene di essere: “Sorpreso e amareggiato. L’arresto ha rappresentato un fatto grave per la vita politico-amministrativa della nostra Città. Si tende a generalizzare le responsabilità personali in un pericoloso processo di demonizzazione di delegittimazione. Abbiamo massimo rispetto del lavoro della magistratura, ma ribadiamo il rispetto verso chi è coinvolto“.

La discussione in consiglio

Un membro per ogni gruppo consiliare ha avuto l’opportunità di esprimersi in merito alla vicenda. Tutti d’accordo nel lasciar compiere alla magistratura e alle forze dell’ordine il proprio lavoro, l’opposizione ha avanzato la proposta di istituire una commissione di indagine consiliare. “Così che abbia modo di verificare l’operato del consigliere Massaro all’interno del comune – dichiara il consigliere pentastellato Stefano Torreseper far capire che come consiglio comunale non aspettiamo passivamente l’esito dell’indagine giudiziaria“. Proposta accolta  anche dalla consigliera Giovanna Massaro che avanza un’ulteriore richiesta: “Propongo di sciogliere la commissione igienica edilizia”.
La Commissione di indagine deve valutare non tanto se esiste un reato, perché questo compete alla magistratura – commenta la consigliera Eloisa Pasqualotto -, ma deve controllare le delibere. Sanremo noi i primi a chiedere una commissione qualora emergano dei coinvolgimenti”.