Rivoli: per la rassegna Rivolimusica “Lo spirito del popolo da Schumann a Mjaskovskij” Sabato 24 marzo alle ore 21.00 all'Istituto Musicale Città di Rivoli, la pianista Deborah Conte e il violoncellista Carmelo Nicotra propongono un repertorio ispirato alle sonorità popolari e dedicato ai due compositori

Deborah Conte Carmelo NicotraDeborah Conte Carmelo Nicotra

RIVOLI – Sabato 24 marzo alle ore 21.00 all’Istituto Musicale Città di Rivoli G. Balmas “Lo spirito del popolo da Schumann a Mjaskovskij”.

La pianista Deborah Conte e il violoncellista Carmelo Nicotra propongono un repertorio ispirato alle sonorità popolari e dedicato a due compositori rappresentativi di altrettante tappe cruciali nella storia culturale di Germania e Russia: da Robert Schumann, uno dei più grandi interpreti del Romanticismo, al “padre della sinfonia sovietica”, il compositore Nikolaj Jakovlevič Mjaskovskij.

Ingresso gratuito

Programma

Robert Schumann (1810 –1856)

  • Fünf Stücke im Volkston, op. 102
  • Mit humor
  • Langsam
  • Nicht schnell, mit viel Ton zu spielen
  • Nicht zu rasch
  • Stark and markirt
  • Phantasiestücke, op. 73
  • Zart und mit Ausdruck (la minore)
  • Lebhaft, leicht (la maggiore – fa maggiore – la maggiore)
  • Rasch, mit Feuer (la maggiore – la minore – la maggiore)

Nikolaj Jakovlevič Mjaskovskij (1881 –1950)

  • Sonata in la minore n°2 Op. 81
  • Allegro moderato
  • Andante cantabile
  • Allegro con spirito

Deborah Conte

Ha cominciato a studiare pianoforte sotto la guida della nonna, la pianista e pittrice Lydia Lusco Cutrera. Dopo gli anni del Conservatorio e il diploma conseguito brillantemente a Palermo nel 1988, inizia un approfondimento sulle forme della metodologia pianistica che la porta a seguire corsi di formazione e di perfezionamento strumentale e cameristico: Eliodoro Sollima, Rocco Filippini, Gyorgy Sandor, Boris
Petruchanskij, il Trio di Trieste fra tutti. Fondamentali nella sua formazione l’approccio allo strumento lieve ma strutturato della prima insegnante, la musicista Wanda Anselmi; l’approfondimento della tecnica strumentale della scuola di Bruno Mezzena; la dimensione dell’insegnamento entusiasta e generoso di Dario De Rosa. Gli attestati di stima di musicisti come Dario De Rosa, Boris Petruchanskij o lo stesso Donato Renzetti, che la definisce una delle pianiste più interessanti della sua generazione, fanno di Deborah Conte una significativa presenza di riferimento nel panorama musicale siciliano. L’attività concertistica, da solista e in varie formazioni cameristiche, è stata sostenuta da apprezzamenti della critica e del pubblico sin dal precoce esordio in una tournée con l’Orchestra del Conservatorio della sua città con l’esecuzione della Fantasia di Liszt in occasione della quale, Fabrizio Carli, critico musicale de L’Ora, parla ” …della bravura,
disinvoltura e classe che ne fanno un elemento da seguire con ogni attenzione poiché possiede il quid che caratterizza la musicista di razza”. A un’ intensa attività concertistica affianca dal 1991 un prezioso e costante lavoro di organizzatrice e didatta che trova la sua realizzazione nella Direzione artistica dell’ Associazione Kandinskij e nella Direzione della scuola di musica della stessa Associazione.

Carmelo Nicotra

Diplomato in violoncello sotto la guida di G. Perriera presso il Conservatorio di Palermo, dove ha seguito anche gli studi di composizione. Allievo effettivo nella classe di musica da camera con il M° R. Brengola all’ accademia Chigiana di Siena, ottenendo borsa di studio e diploma di merito. Quale membro del “trio di Palermo” esegue con l’orchestra della scuola civica di Milano il triplo concerto di Beethoven e nel
’92 , in Russia, presso il Conservatorio” R. Korsakov” di San Pietroburgo partecipa ad un importante corso sulla musica da camera russa. Ha studiato inoltre con il M° F. Rossi e R. Filippini. Vincitore di vari concorsi internazionali tra cui: Primo premio assoluto al concorso internazionale“Nino Rota” I assoluto e premio speciale della critica al concorso nazionale “Città di Matera”I premio al concorso internazionale di Caltanissetta. Attualmente è docente di Violoncello presso il Conservatorio “V. Bellini” di Palermo