Rivoli. Sequestrata l’Arredarredi per truffa, in manette l’amministratore

guardia finanza 3

RIVOLI – Guai fiscali per la ditta Arredarredi, in via Cometto 11. L’attività è stata messa sotto sequestro preventivo d’urgenza dalla Guardia di Finanza. L’attività fa parte del gruppo Arredando di Beinasco, un gruppo di mobilifici che lo scorso giugno è stato sequestrato per truffa. Le segnalazioni sono partite dai clienti che, a causa di inadempimenti contrattuali, hanno avvisato le autorità. Dopo gli arresti verificatisi a giugno e la chiusura di Arredando, l’attività illecita, è proseguita con Arrediarredi. Le autorità hanno arrestato undici persone tra i quali l’amministratore per truffa e bancarotta fraudolenta. Cinque dipendenti sono accusati di aver percepito in modo illecito un’indennità di disoccupazione, nonostante stessero lavorando per L’Arredarredi, e cinque persone per favoreggiamento. Il Procuratore ha presentato e depositato istanza di fallimento e nominato l’amministratore giudiziario.