Prende il via a Rivoli la terza edizione dello “sposalizio di Bianca di Savoia con Galeazzo II Visconti” Appuntamento il 30 settembre e il primo ottobre con la rievocazione storica dell'episodio

Rivoli - La rievocazione storica sposalizio Bianca di SavoiaRivoli - La rievocazione storica sposalizio Bianca di Savoia

RIVOLI – Città dalle grandi tradizioni storiche, nel fine settimana a cavallo tra la fine settembre e l’inizio di ottobre Rivoli rievocherà uno degli episodi medievali che l’hanno resa celebre nel mondo e nei libri di storia: lo sposalizio di Bianca di Savoia con Galeazzo II Visconti.

La terza edizione della rievocazione

Giunta quest’anno alla sua terza edizione, la manifestazione si svolgerà lungo un itinerario che coinvolgerà tutto il centro storico della città e vedrà la partecipazione di numerosi gruppi storici medievali, in costume rigorosamente ispirato all’epoca, provenienti da PiemonteLombardia e Liguria.

Arcieri, giocolieri, sbandieratori e falconieri animeranno i quartieri e le strade cittadine mentre un corteo di damigelle, ufficiali di corte, frati e clero accompagnerà Bianca, a cavallo del suo destriero, fino all’altare.

Una voce narrante seguirà il corteo illustrando l’evento al pubblico, mentre un coro gregoriano e musici con chiarine e tamburini evocheranno l’atmosfera di un esatto periodo storico: il 1350, l’anno in cui il Castello di Rivoli venne scelto come cornice del matrimonio di Bianca di Savoia e di Galeazzo Visconti.

La presentazione della kermesse

Da allora sono passati 667 anni. Anni che hanno profondamente trasformato il tessuto urbano della città, conservandone però intatti i suoi gioielli architettonici ricchi di storia e rendendo sempre più vivo l’orgoglio di Rivoli per il suo glorioso passato di terra prediletta dai Savoia e dall’elite torinese come amena località di villeggiatura”, spiega l’ex sindaco di Rivoli e oggi assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta, riprendendo la descrizione della città di confine tra Torino e la Valsusa riportata nelle pagine del libro “Le due città” dello scrittore Mario Soldati.

Noi dell’Associazione di Promozione Turistica–Pro Loco di Rivoli crediamo moltissimo in questa manifestazione”, precisa la presidente della Pro Loco, Maria Ausilia Gulletta. “Si tratta di un genere di eventi – commenta il vicepresidente del Consiglio regionale ed ex sindaco di Rivoli Nino Boeti – che serve a tenere vivo il ricordo della storia e delle tradizioni della città, e al tempo stesso di attrarre turisti”. “Questa rievocazione – conclude il sindaco Franco Dessì – ha un grande valore non solo storico, ma crea senso di appartenenza e identificazione. Il mio sincero ringraziamento va ai gruppi storici che con la loro passione e il loro impegno portano in giro il nome della città”.