A Rivoli un viaggio di emozioni e colori fra passato e presente Dal 6 al 28 maggio nella Casa del Conte Verde

La Casa del Conte Verde a RivoliLa Casa del Conte Verde a Rivoli

di ELISA BEATRICI

RIVOLI – Dal 6 al 28 maggio alla prestigiosa e storica sede della Casa del Conte Verde arriva, grazie al patrocinio di Regione Piemonte e Città Metropolitana, una nuova mostra autografa e personale dell’artista Alessandra Tabarrani intitolata “Un viaggio di emozioni e colori fra passato e presente”.

Inaugurazione
L’inaugurazione si terrà alla Casa del Conte Verde sabato 6 maggio alle ore 18.00. Parteciperanno all’evento anche l’Assessore alla Cultura e Turismo di Rivoli Laura Ghersi, lo Storico e Critico d’Arte Enzo Papa, la Storica dell’Arte Barbara Stabielli e l’Insegnante di Belle Arti Milena Casale. L’intero evento sarà rallegrato dalle musiche dal vivo a cura di Anna e Bruno Bergamini.

Le opere
Il pubblico potrà apprezzare circa 45 quadri ad olio su tela, alcuni a foglia d’oro, lungo un percorso fatto di un vero e proprio corto circuito di colori ed emozioni. Attraverso le opere è possibile ammirare tutta la dedizione della pittrice e la sua passione infinita per la vita, che viene trasmessa attraverso i suoi quadri all’osservatore.

L’artista
Dopo diversi anni di importanti esposizioni in tutto il mondo e riconoscimenti internazionali, la stimata pittrice, pisana di nascita e pianezzese d’adozione, torna con una sua personale mostra in Piemonte, dove ha a lungo vissuto e lavorato prima di scoprire la sua passione per l’arte.

La mostra
Dal 6 al 28 maggio sarà possibile visitare la mostra ai seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 16.00 alle 19.00 ed il sabato e la domenica dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00. Per eventuali informazioni, si può contattare il numero 3357182510 o visitare il sito dell’artista: www.alessandratabarrani.com

Le parole dell’artista
Sulle mie tele vive la realtà che si trova nella natura: un fiore, i frutti, mari di terre lontane, scorci di paesaggi. Oltre al figurativo presenterò l’informale, perchè le mie opere sono piene di colore ed è come guardare attraverso un caleidoscopio, guidati dai sentimenti del momento e da tutto il mio amore per la vita”.