Intervista al sindaco Roberto Montà. Urbanistica, mobilità e verde i temi in programma "Grugliasco rinnovata che guarda al futuro"

Il sindaco Roberto MontàIl sindaco Roberto Montà

GRUGLIASCO – Roberto Montà da Grugliasco, un amministratore con una lunga esperienza tra i banchi della giunta. Anni di progetti, problemi risolti in una città che ha saputo cambiare, affrontare la crisi, vedere sempre con ottimismo il suo futuro. Anni duri, finanziarie come mannaie, soldi da Roma che non arrivano, una sistema Paese in crisi. Montà ha saputo mettere un argine ai problemi, sviluppare un’idea di città, di vita comune e solidale che adesso viene riconosciuta e cerca una conferma amministrativa.

Una campagna elettorale lunga, molti temi. Possiamo fare una sintesi?

Noi abbiamo vissto queste settimane con molta tranquillità forti del nostro operato che è riconosciuto in ogni ambiente. Sui temi direi Università come volano per lo sviluppo locale: nuove economie, nuove risorse, ulteriore miglioramento dei trasporti e dei servizi cittadini. Ricadute dirette sul commercio locale e sulla qualità della vita, studio di fattibilità per il sottopasso per collegare corso Torino direttamente a corso Francia“.

Parliamo di viabilità.

Mobilità sostenibile: stiamo studiando per una Grugliasco rinnovata sotto l’aspetto della mobilità, cerchiamo il più possibile di disincentivare l’utilizzo dell’auto a favore di mezzo “alternativi” come bus, treni e bici. Abbiamo infatti mantenuto le tratte cittadine dei bus, abbiamo lavorato affinché il treno a borgata paradiso raggiungesse un orario cadenzato superando le tre corse che ci erano state concesse inizialmente, abbiamo raddoppiato l’offerta ferroviaria con una fermata che collegherà direttamente Grugliasco ad Orbassano. Penso a quante persone ogni mattina si recano a per visite o per day hospital all’Ospedale e che potranno dire addio all’auto oppure penso a quanti torinesi potranno raggiungere il centro commerciale le gru nei periodi di punta eliminando di fatto il traffico automobilistico dalle strade di Grugliasco“.

Si è parlato molto dei giardini pubbliciti.

Verde Pubblico: siamo una città che ha investito molto sul verde pubblico, abbiamo creato da spazi abbandonati nuovi parchi, li curiamo e li manuteniamo con amore dando il massimo, reperendo risorse e controllando meticolosamente la gestione del verde. Piano piano stiamo sostituendo gli arredi con modelli di nuova generazione, il mio progetto è quello delle palestre all’aria aperta, abbiamo già installato qualche attrezzo per la ginnastica attiva, nelle mie intenzioni ogni parco cittadino avrà la sua area fitness volta ad allenarsi ed a mantenersi in forma. Da 3 anni piantiamo un albero per ogni nuovo nato e dunque sono oltre 250 piante di cui circa 70 sono state adottate dalle famiglie dei neonati“.