“Aiuto sto male”: un autotrasportatore in Friuli salvato dalla Croce Rossa di Susa con una telefonata dalla Lituania Un passaggio di telefonate salva la vita all’autista in una vicenda che ha quasi dell'incredibile

Croce Rossa ItalianaCroce Rossa Italiana

SUSA – Nella mattinata di martedì 8 agosto il centralino della Croce Rossa Italiana – Comitato di Susa è stato raggiunto da una telefonata con una richiesta di soccorso, nulla di strano se non che dall’altra parte della cornetta vi fosse un’azienda di trasporti e logistica con sede in Lituania, a oltre 2.000 km dalla nostra sede.
Quest’azienda era in contatto con l’autista di un proprio mezzo pesante che aveva accusato un malore mentre transitava nei pressi della cittadina di Roveredo in Piano, in Provincia di Pordenone, l’autista, straniero, non sapeva come contattare i soccorsi ed è riuscito solamente ad avvisare il proprio titolare che dalla Lituania ha cercato su internet un riferimento della Croce Rossa Italiana per chiedere aiuto.
E’ così che, in via del tutto inaspettata, è giunta telefonicamente la richiesta allo numero della CRI di Susa che, senza perdere tempo e non conoscendo di preciso la gravità della situazione, si è messa in contatto con il numero di unico di emergenza 112 Piemontese, e tramite esso con la centrale operativa dell’emergenza sanitaria di Torino che, compresa la situazione, ha veicolato la richiesta di aiuto all’omologa centrale operativa friulana.
Grazie alla lingua inglese e alle informazioni nel frattempo raccolte sono state date tutte le informazioni necessarie alla centrale operativa del soccorso sanitario di Pordenone per poter inviare sul posto un mezzo di soccorso che ha preso in carico il paziente ospedalizzandolo in codice verde.

A posteriori è giunto il ringraziamento telefonico da parte del 118 di Pordenone che ci ha ringraziato per il prezioso supporto nella gestione di questa richiesta di soccorso. Una bella storia finita bene, nonostante il numero telefonico chissà come trovato a Susa.