Rubata la targa dei caduti A Borgone il furto davanti al cimitero

Targa monumentoTarga monumento

BORGONE. Cavi, grondaie, anche tubi tutti oggetti in rame che vengono rubati. Ma c’è anche altro metallo prezioso che interessa ai ladri, furti che ormai ma fanno neppure più notizia. Nel paese di Borgone però il furto di una targa in ottone ha suscitato molto scalpore e una sentimento di riprovazione in tutto il paese. Davanti al cimitero comunale, tra il Parco della Rimembranza e la strada di passaggio è stato sistemato un monumento monolite in pietra con una targa a ricordare i caduti del paese. Uno spazio della memoria, della storia e del ricordo. Un’area oltre quella del monumento davanti al Municipio fortemente voluta per ravvivare i sentimenti di ricordo e suffragio. Ma tant’è il ladri non hanno certo pensato ai sentimenti e si sono portati via una targa dal modesto valore economico ma dall’alto significato evocativo. Il primo cittadino Paolo Alpe non usa mezze misure: “L’episodio è increscioso perché quella targa ha un grande valore simbolico perché è stata posta li per ricordare i nostri caduti in tutte le guerre”. E così per quattro soldi ci hanno rimesso i soldati che già tante pene vissero in vita.