“Safety First” con l’Istituto Frejus e Suzuki al Melezet a scuola di guida in sicurezza Dnaiela Ruffino: "Positiva la collaborazione fra scuola. aziende private e istituzioni sul tema della sicurezza a 360°"

Una fase del test drive dei ragazzi del Frejus CollegeUna fase del test drive dei ragazzi del Frejus College

BARDONECCHIA – Un pomeriggio a scuola di guida, ma non solo, per gli allievi del Frejus College di Bardonecchia, nel piazzale del parcheggio della Colomion quello di sabatoal Melezet. Gli studenti e le loro famiglie – anche i non ancora patentati – hanno potuto infatti prendere confidenza sulla guida sicura con un test drive su una serie di vetture Suzuki, in un percorso chiuso e riservato, con a fianco  istruttori qualificati. Prima l’approccio con posizione di guida, poi alcuni giri di prova  a passo d’uomo e infine  qualche slalom stretto fra i birilli, con risultati non sempre eccellenti, a giudicare dal numero di birilli colpiti… A dimostrazione che anche alcuni neopatentati ancora ne hanno da imparare

Un test che ha suscitato anche l’attenzione dei molti villeggianti e turisti diretti in Valle Stretta o a Briançon.

“Un evento che ripeteremo volentieri – detto Giovanni Valentini del College Frejus – magari proprio allargandolo ad altri studenti. E’ stata una bella occasione questa per concludere l’anno scolastico  all’insegna del tema della sicurezza e del divertimento con i nostri allievi, le loro famiglie, le istituzioni e l’imprenditoria del territorio. 

Alla giornata e alla breve conferenza finale a tema sicurezza hanno partecipato anche Enrico Maria Rosso, rappresentante in Piemonte delle Camere di commercio Usa, e Daniela Ruffino, Vice presidente del Consiglio Regionale, alla presnerza del Sindaco Francesco Avato.

Per Rosso è importante che “i giovani imparino a confrontarsi con il mondo delle imprese già a scuola e si aprano alle occasioni che possono aversi anche lontano dal Paese, per fare esperienza. Il doppio diploma riconosciuto in Italia e negli Stati Uniti del Frejus College è una opportunità. La prima sicurezza si costruisce proprio creandosi un perrcorso professionale di qualità”.

“La sicurezza è il tema del momento, nelle sue varie declinazioni. – ha detto invece a conclusione proprio la Ruffino – Leggendo le cronache dei giornali e guardando la tv si associa la sicurezza in contrasto alla criminalità. Poi si pensa alla sicurezza del territorio spesso colpito da calamità naturali. – Infine alla sicurezza stradale, a fronte delle numerose vittime di incidenti.  ha detto quest’ultima – Dunque la sicurezza non è un aspetto astratto, soprattutto  quando è correlata alle giovani generazioni al loro futuro – che rappresenta il futuro della società – alla vita quotidiana, alle sfide per costruire un mondo migliore. I giovani devono però metterci del loro e crescere usando la testa. E non solo la volante come hanno potuto constatare oggi.

Il Consiglio Regionale condivide quindi pienamente i capisaldi di questa occasione di incontro e dialogo: che sono identità culturale, sviluppo, sicurezza, quotidianità. Identità culturale: una buona formazione scolastica è un’opportunità unica che apre le porte della vita. Ma le opportunità bisogna saperle cogliere e non solo sui banchi di scuola. Sviluppo: la tecnologia e i nuovi strumenti favoriscono lo sviluppo dell’identità personale e culturale e quindi del progresso.  Sicurezza: vivere, lavorare e progettare il futuro in sicurezza non è solo una questione astratta.  Quotidianità: il futuro e la sicurezza si costruiscono giorno per giorno. Noi rappresentanti delle istituzioni dobbiamo essere protagonisti su questi temi così rilevanti, ma abbiamo bisogno del supporto di tutti i soggetti coinvolti: molto apprezzabile, in tal senso, l’apporto che a questa iniziativa viene fornito anche dai soggetti privati. Senza questi, infatti, oggi l’azione della pubblica amministrazione  sarebbe decisamente meno incisiva.”

L’evento è stato organizzato da “Make Communications Plans & Partner” insieme ad alcune aziende torinesi e della Valle del settore auto ed altri sponsor e si concluso con un aperitivo al “Waikiki”. Appuntamento magari ad un test sulla neve già la prossima stagione.

(Fotoservizio www.menatworkstudio.to)

Questo slideshow richiede JavaScript.