Il Salone Internazionale del libro al Moncenisio Un pomeriggio con Graziella Bonansea, scrittrice e membro della Società Italiana delle Storiche

La piramide al MoncenisioLa piramide al Moncenisio

di CORRADO MARTINELLI

MONCENISIO – Anche quest’anno la Maison Franco-Italienne du Mont-Cenis (Plan des Fontainettes) ha ospitato il Salone del Libro del Moncenisio (XIX edizione), presentato da Les Auteurs Associès de la Savoie et de l’Arc Alpin, nelle giornate di sabato 22 e domenica 23 luglio in chiusura della Settimana Culturale dell’AASAA. Le due giornate sono state anticipate da eventi culturali organizzati dal Presidente dell’AASAA Francis Buffille e dal Segretario e Tesoriere Pierre Allio: per la giornata di giovedì 20 il pomeriggio letterario di Bessans (con letture di testi e un atelier di scrittura); per la serata di venerdì 21 invece si è svolta presso il Salone Parrocchiale Santo Stefano di Novalesa la presentazione in lingua italiana della videoconferenza Antoine de Saint-Exupèry – il Padre del Piccolo Principe (replica della stessa videoconferenza presentata in lingua francese mercoledì 19 sempre da Buffille e Allio presso il Museobar di Modane). Quest’ultimo evento è stato un’occasione per rievocare alla memoria lo scrittore e aviatore francese Antoine de Saint-Exupèry (1900 – 1944) con un’illustrazione dettagliata della sua biografia, delle sue opere letterarie e delle sue imprese al comando dell’aeronautica militare, con il supporto di registrazioni audio e diapositive.

Maison Franco-Italienne du Mont-Cenis

Sabato 22 luglio alla Maison Franco-Italienne du Mont-Cenis ha avuto luogo l’assemblea generale annuale dei membri dell’AASAA, coordinata sempre da Buffille e Allio, durante la quale è stata condivisa la relazione morale, approvato il bilancio finanziario per l’anno 2016, confermate le cariche del Consiglio di Amministrazione dell’AASAA, passate in rassegna leattività svolte e approvate le principali attività in programma per la chiusura del 2017 (la Sagra della Patata e della Toma in programma per il 17 settembre a Novalesa e la rappresentazione del Presepe Vivente a dicembre, sempre a Novalesa). Anche quest’anno si è riscontrata una consistente riduzione delle adesioni all’assemblea, probabilmente a causa della concomitanza con altre attività; a questo proposito, si evidenzia l’importanza di coinvolgere e incentivare molti soci a parteciparvi.

Nei pomeriggi di sabato e domenica è stata presentata un’ampia rassegna di libri, da parte degli stessi autori italiani e francesi intervenuti direttamente. A dare inizio alla serie degli interventi di sabato pomeriggio è stata Graziella Bonansea, scrittrice e membro della Società Italiana delle Storiche, con la presentazione del suo quarto romanzo Cècile – di sete e di acque, in collaborazione con l’editrice Silvia Ramasso.

La trama del libro

In questo romanzo storico ambientato nell’Europa del ‘600 devastata da porvertà e guerre di religione, la protagonista è Cècile, una giovane donna francese vedova con un  bambino di pochi mesi, che si realizza nell’attività tipicamente “maschile” di mercante di tessuti e che partendo da Le Havre (nel nord della Francia) raggiunge Roma con audacia e coraggio, attraverso un lungo viaggio in gran parte fluviale, dove l’arte del commercio s’intreccia con l’esercizio dello spirito. Ha preso in seguito la parola Maurizio Molan con la presentazione del suo libro In Lei tutte le donne del mondo, una raccolta di nove storie di donne asiatiche, africane e sudamericane. Le protagoniste di queste storie, sebbene non siano celebri, sono comunque speciali, molto differenti fra loro per età, gruppo etnico, religione e contesto socio-culturale, ma accomunate dalla capacità di affrontare le situazioni ostili della vita grazie alla dote (tipica della donna), di vedere non solo con gli occhi, ma anche con il cuore. In questo modo, la loro apparente fragilità diventa una forza esemplare. Al termine delle presentazioni si è mantenuta l’apertura al pubblico del Salone del Libro fino alle ore 18.