Sangano, gli artificieri hanno fatto brillare l’arma della Seconda Guerra Il Genio ha messo in sicurezza il torrente Sangone

artificiere

SANGANO – Gli artificieri del 32esimo Reggimento Genio Guastatori dell’Esercito di stanza a Fossano, sabato 16, alle 10,30 circa, hanno fatto brillare il razzo anticarro M80 PG7 di fabbricazione sovietica ritrovato ieri dagli operai che stanno eseguendo il disalveo del torrente Sangone ne pressi del ponte di via Villarbasse.

I militari del genio sono scesi nell’alveo e hanno deciso di intervenire direttamente sul posto, mentre i Carabinieri presidiavano la Provinciale 184 e bloccavano il transito veicolare.

L’intervento è stato deciso e pianificato nel minor tempo possibile perché la zona lungo il torrente è frequentata da persone, specie nei fine settimana, e nelle immediate adiacenze si trova un’area attrezzata per picnic e l’ordigno rappresentava un grave pericolo per l’incolumità pubblica.