A Sant’Ambrogio si è riunito il Consiglio dell’area omogenea 6 della Città Metropolitana di Torino Alcuni sindaci dei comuni della Valsusa e Val Sangone a confronto

Il sindaco Appendino con le autorità civili delle valliIl sindaco Appendino con le autorità civili delle valli

SANT’AMBROGIO – Si è riunito questa mattina, alle ore 12, il Consiglio della zona omogenea 6 della Città metropolitana di Torino Valli di Susa e Sangone, un incontro di lavoro a porte chiuse con la presenza dei sindaci dei comuni interessati e del portavoce Dario Fracchia, sindaco di Sant’Ambrogio.

Presente il sindaco di Torino Chiara Appendino e il Consiglieri metropolitani Mauro Carena e Dimitri De Vita. Vista l’ora non era folta la presenza dei sindaci delle due valli, ma trattandosi si un appuntamento rinviato con poco preavviso non era certo attesa una grande delegazione.

Appendino a Sant'Ambrogio

Appendino a Sant’Ambrogio

Cosa sono le Zone omogenee?

Nel 2015 l’ex provincia ai sensi dell´art. 1 comma 11, della legge 7 aprile 2014, n. 56, ha convenuto di individuare sul proprio territorio 11 “zone omogenee”, al fine di consentire una efficace partecipazione e condivisione dei Comuni al governo della Città Metropolitana disciplinate da apposito regolamento.

Le zone omogenee costituiscono articolazione sul territorio delle attività e dei servizi decentrabili della Città Metropolitana e possono diventare ambito ottimale per l’organizzazione in forma associata di servizi comunali e per l´esercizio delegato di funzioni di competenza metropolitana.

Esprimono pareri sugli atti del Consiglio metropolitano che le riguardano specificatamente e partecipano alla formazione condivisa del Piano strategico e del Piano territoriale metropolitano.

Le 11 zone omogenee sono caratterizzate da contiguità territoriale e dalla presenza di una popolazione non inferiore a 80.000 abitanti.

La Zona 6 Valli di Susa e Sangone comprende 40 Comuni, 104.976 abitanti. Il portavoce è il sindaco di Sant’Ambrogio Dario Fracchia – vice portavoce: sindaco di Coazze Mario Ronco e sindaco di Cesana Torinese Lorenzo Colomb.

Comprende i comuni di: Almese, Avigliana, Bardonecchia, Borgone di Susa, Bruzolo, Bussoleno, Caprie, Caselette, Cesana T.se, Chianocco, Chiomonte, Chiusa di San Michele, Claviere, Coazze, Condove, Exilles, Giaglione, Giaveno, Gravere, Mattie, Meana di Susa, Mompantero, Moncenisio, Novalesa, Oulx, Rubiana, Salbertrand, San Didero, San Giorio di Susa, Sant’Ambrogio di Torino, Sant’Antonino di Susa, Sauze di Cesana, Sauze d’Oulx, Sestriere, Susa, Vaie, Valgioie, Venaus, Villar Dora, Villarfocchiardo.