Sant’Antonino ancora una volta colpita dai ladri Ieri mattina un altro furto dopo quello occorso pochi giorni fa nei dintorni dell'ufficio postale

carabinieri-14

SANT’ANTONINO – Due furti in pochi giorni, etichettati dalla stessa dinamica, per riportare in primo piano in Valsusa un problema così difficile da eliminare come quello dei topi d’appartamento.

LADRI IN AZIONE A SANT’ANTONINO

Come denunciato ai carabinieri della caserma di Borgone, Sant’Antonino è stato infatti nuovamente colpito da un furto in appartamento.
La zona incriminata, è sempre quella di via Moncenisio, già vittima circa una settimana fa di un altro furto, realizzato con la stessa dinamica di quest’ultimo.
Il misfatto è avvenuto nella mattinata di ieri, lunedì 27 febbraio, nel condominio di via Moncenisio 108.
Dopo aver tentato invano di entrare nell’abitazione dalla porta principale, i ladri hanno utilizzato come via d’accesso una finestra, alla quale è stato rotto un vetro.
Una volta entrati nell’abitazione santantoninese, essi hanno poi sventrato la cassaforte attraverso l’utilizzo di un flessibile.
Il reato è stato consumato verosimilmente tra le ore 7.20 e le 10.30, ossia nel lasso di tempo tra l’uscita e il rientro in casa dei proprietari che, sfortunatamente, avevano lasciato i cani chiusi nel recinto, impossibilitati a dare qualunque tipo di allarme.
I carabinieri, accorsi immediatamente sul posto dopo l’avviso dei padroni di casa, hanno poi quantificato il bottino in qualche oggetto di bigiotteria. Più considerevole, invece, il danno procurato ai serramenti e alla cassaforte dell’abitazione.
Il secondo furto in pochi giorni e con le stesse modalità, regala più motivi a tutti gli abitanti della Valsusa di mantenere gli occhi aperti e di sfruttare, quando provvisti, tutte le misure di sicurezza possibili contro questa deplorevole piaga.