A Sant’Antonino vivono più donne che uomini, sono 1900 le famiglie L’amministrazione ha presentato le scelte di bilancio per il prossimo anno

Susanna Preacco presenta il bilancio

S.ANTONINO – Oltre le idee e i buoni propositi la amministrazione devono comunque fare i conti con i soldi in cassa, per altro sempre meno. Un altro tema è poi, e succede in Valle, è avere un gruzzolo in cassa e non poterlo usare per vincoli imposti dalla Stato. In questo ginepraio d’informazioni e numeri è sempre bene fare chiarezza e porsi in modo, così va di moda dire oggi, trasparente.  L’amministrazione di Sant’Antonino ieri sera, giovedì 6 dicembre, ha presentato i maggiori investimenti programmati per il prossimo anno.

Intanto la carta d’identità del comune. Sono 4.252 i residenti divisi tra 2014 uomini e 2338 donne per un totale di 1900 famiglie. Vediamo le entrate. Con le tasse (IMU, Tari, Tosap, Add. Irpef, Fondo Solidarietà) andranno in cassa 2 milioni e 271 mila euro. I trasferimenti dallo Stato saranno di 90 mila euro, 670 mila euro arriveranno dai loculi, multe, affitti, palestra e altro. Per crediti e allienazioni si contano 50 mila euro, per risparmi vari ritenute sugli stipendi, depositi cauzionali, polizze fideiussorie 681 mila euro.

Le spese e gli investimenti per il 2018

Passiamo alle spese. Alla scuola andranno 3 mila e 300 euro così suddivisi: 400 mila per la borsa di studio Sada, 300 mila per il progetto Ambientiamoci, 300 mila per il Teatro, 900 mila per il Disagio e sostegno genitoriale, mille per la musica e infine 400 euro per i giornali a scuola. Il totale spese politiche sociali sarà di 407 mila euro, per il Conisa 374 mila euro, poi tra spese correnti e in capitale si arriva al totale di 3 milioni e 700 mila. Tra entrate e uscite il conto in positivo sarà di un più 800 mila euro.

Il sindaco Susanna Preacco ha posto l’accento sulle opere pubbliche sulle quali si intende investire. “Faremo la Riqualificazione energetico-ambientale e l’adeguamento normativo della scuola secondaria di primo grado “Rege Moretto” per 260 mila euro“. Poi ci sarà l’scquisizione del progetto di fattibilità del secondo ampliamento del cimitero comunale, l’acquisizione del progetto definitivo dei “Lavori di costruzione del marciapiede sul lato sinistro di via Moncenisio da via Abegg a strada della Cooperativa”, l’acquisizione del progetto definitivo dei “Lavori di ammodernamento degli impianti semaforici comunali e messa in sicurezza del tratto urbano della S.S.25 del Moncenisio”. Il tema sicurezza e protezione del territorio è stato quello preminente nello spazio aperto con i cittadini.

LEGGI ANCHEhttp://www.comune.santantoninodisusa.to.it/