Giaveno, l’anniversario della dedicazione del Santuario del Selvaggio con il vescovo Delbosco Domenica 20 agosto la comunità cattolica in festa

L'interno del SantuarioL'interno del Santuario

GIAVENO – Si è svolta domenica 20 agosto in frazione Selvaggio l’Anniversario della Dedicazione del Santuario di Nostra Signora di Lourdes. La Santa Messa Solenne con la Funzione Lourdiana è stata officiata dal vescovo Piero Delbosco, a capo della Diocesi di Cuneo e di Fossano dal 2015.

La storia del santuario

La prima chiesa, costruita a tempo di primato, fu consacrata dal Cardinale Richelmy il 22 agosto 1909. Il Santuario fu subito méta di grandi pellegrinaggi diocesani. Nel 1910 s’inaugura nel cortile adiacente la chiesa la statua-monumento dedicata alla Madonna Incoronata e, quando la chiesa si mostrerà troppo angusta per la massa dei pellegrini, si svolgeranno le grandi funzioni liturgiche all’aperto, sotto questo monumento.

Dopo sei anni di esercizio liturgico la prima chiesa si dimostra insufficiente a contenere tante persone che accorrono sempre più numerose al Santuario. Nel maggio 1915 il Teologo Bovero annuncia l’ampliamento, o, per meglio dire, il rifacimento del Santuario, tanto è ambizioso il progetto della nuova chiesa per dimensioni e per il pregio artistico.

Il nuovo Santuario, iniziato sul finire del 1915, fu solennemente consacrato dal Cardinale Giuseppe Gamba il sabato 21 agosto ed aperto al culto domenica 22 agosto 1926. Dal 1998 la gestione del Santuario è stata affidata dal Cardinale Giovanni Saldarini all’Ordine dei Monaci di San Paolo I Eremita.