La Savio di Chiusa San Michele conferma i licenziamenti Domenica marcia solidale a Chiusa di San Michele

La Savio di Chiusa San MicheleLa Savio di Chiusa San Michele

CHIUSA S.MICHELE – A nulla pare essere servito il Consiglio Comunale aperto della scorsa settimana. Questa mattina, mercoledì 24 maggio, si è tenuto all’Unione Industriale di Torino l’ultimo incontro della fase sindacale della procedura avviata dalla Savio per il licenziamento di 82 lavoratori dello stabilimento di Chiusa San Michele.

Al termine dell’incontro va registrato che 12 lavoratori Savio andrebbero a sostituire altrettanti lavoratori della cooperativa esterna attualmente impiegati nel magazzino di Sant’Antonino; altri circa 10 lavoratori sarebbero ricollocati in un’altra azienda del gruppo o presso fornitori; alcuni lavoratori hanno volontariamente lasciato l’azienda in queste settimane. La Savio ha anche specificato quali potrebbero essere gli incentivi individuali a fronte dell’accettazione dellicenziamento.

Le Rsu dello stabilimento e la Fiom-Cgil, pur prendendo atto della riduzione del numero di lavoratori interessati, hanno ribadito la propria indisponibilità ad accettare i licenziamenti. Domenica 28 maggio si terrà una marcia solidale a sostegno della lotta contro i licenziamenti annunciati dall’azienda. La marcia partirà alle ore 18 dallo stabilimento Savio di Chiusa San Michele (SS 24) per raggiungere la rotonda della statale 25 e ritornare infine allo stabilimento. Alla marcia è attesa la partecipazione di lavoratrici e lavoratori delle aziende del territorio e dicittadini. Sono stati invitati sindaci e amministratori locali della Valle di Susa.