Sci club Sauze d’Oulx: gli atleti sono pronti per la nuova stagione Allenatori prestigiosi e un mental coach per le "tigri di Sauze"

sci-club-sauze-doulx

SAUZE D’OULX – Li chiamano le “tigri di Sauze d’Oulx”, per via della mascotte che deriva dal sodalizio con il Bioparco Zoom, uno dei principali sponsor, ma sono gli oltre cento atleti dello Sci Club Sauze d’Oulx, che sotto l’attenta guida del Presidente Piero Gros, indimenticato atleta della valanga azzurra, è uno dei protagonisti della Vialattea.

Il sodalizio valsusino, sottoposto alla “cura” dell’ex azzurro e dei suoi collaboratori, si è sviluppato rapidamente, con l’ingresso costante di nuovi piccoli atleti, pronti ad aiutare i “colleghi” più grandi nell’intento di rinverdire i fasti del passato di questo glorioso sci club storico di Sauze d’Oulx

Oggi gli atleti stanno intensificando la preparazione sciistica sulle nevi perenni francesi di Tignes e su quelle austriache di Hintertux, prima di affrontare la trasferta in Norvegia, per essere pronti per l’inverno agonistico 2017/2018.
L’obiettivo è quello di compiere il salto di qualità, grazie a uno staff tecnico parzialmente rinnovato con alcuni nuovi innesti, coordinato sempre dal direttore tecnico Corrado Gamba. A dare man forte a Piero Gros, sono, infatti, state “arruolate” anche le sorelle Alessandra e Barbara Merlin, ex velociste della squadra azzurra negli anni Novanta, pronte a dare il loro contributo come allenatrici per insegnare i trucchi del mestiere ai giovani atleti, aiutandoli a crescere con le dovute tempistiche prima come ragazzi che devono imparare a sciare divertendosi e poi eventualmente come giovani campioni emergenti. Accanto a loro, un nutrito gruppo di allenatori professionali e molto preparati, con in primo piano la dinamica Federica Ferrari, che cura anche la preparazione atletica insieme a Enrico Rietto.

Un gruppo che, mosso da grande passione per questo sport, si occupa prima di tutto di trasmettere ai ragazzi l’amore per lo sci. Altri, però, sono gli ingredienti vincenti di questo team. Innanzi tutto, un metodo tecnico condiviso all’interno della struttura, in cui l’iter educativo di ogni ragazzo è finalizzato alla completa maturazione dell’atleta anche riguardo all’aspetto caratteriale, umano e sociale che contempli i futuri campioni di domani come persone di successo nello sport e nella vita. Ma anche un’attività formativa dedicata ad atleti, coach e genitori. Per questo da questa stagione tutti potranno beneficiare dell’apporto del “mental coach”, Luisa Forcherio, giovane allenatrice della categoria dei più piccoli, ma soprattutto una professionista che opera nel campo della psicologia dell’età evolutiva e della psicologia dello sport.
Il tutto accompagnato da molteplici attività motorie, che uniscono il gioco e il divertimento alla preparazione psicofisica vera e propria. Insomma, le tigri di Sauze d’Oulx, piuttosto giocherellone e anche un po’ sornione, sono pronte a tirare fuori gli artigli e a far sentire il loro ruggito in tutte le piste delle Valli Olimpiche, e non solo.

sci-club-sauze-doulx-1

piero-gros-slalom_olimpiadi_innsbruck