Scibona in aula al Senato “Con la ratifica dell’Accordo Italia-Francia mi sa che stavolta ci scappa il morto” La dichiarazione dell'esponente del M5S gela l'aula

scibona

ROMA – In aula al Senato ieri al Senato si discuteva la calendarizzazione del programma di aula uscito dalla Capigruppo. Fra le decisioni da mettere in programma la ratifica dell’Accordo binazionale Italia-Francia per la Nuova Linea Torino-Lione, che ha avuto già il parere favorevole delle Commissioni Esteri e Lavori Pubblici.  Il Senato la fissa per il prossimo 15 novembre. Ma quanto lo stenografico registra dalla parole del Senatore del M5S  Marco Scibona ha lasciato esterrefatti i colleghi.

“Signor Presidente, sicuramente le maggioranze parlamentari – che siano costituzionali oppure no, si tratta di un altro paio di maniche – possono decidere gli ordini del giorno dei lavori dell’Assemblea. È però chiaro a tutti che, purtroppo, tra alluvioni e terremoti, l’Italia ha oggi priorità diverse da quella di ratificare accordi internazionali riguardanti opere inutili.

Ad ogni modo, ribadisco che questa decisione rientra nelle prerogative della maggioranza: faccia pure e se ne assumerà le conseguenze. Problemi loro, va benissimo.
Vorrei però fare una considerazione. Nel momento in cui gli accordi internazionali sulla tratta ferroviaria Torino-Lione saranno effettivamente definitivi – e non ci credo – scaturiranno sicuramente delle necessità impellenti nella zona della Val di Susa. Di conseguenza, chiedo la calendarizzazione con urgenza del provvedimento sui codici identificativi sulle divise, perché questa volta mi sa che ci scappa il morto.”