Un montascale rotto ostacola l’ingresso di una studentessa disabile, la scuola Galilei di Avigliana prova a risolvere il problema appellandosi alla Città Metropolitana Il montascale per disabili è rotto dal novembre del 2016 e l’ascensore non è a norma

Il montascale rotto ad Avigliana

AVIGLIANA – Parliamo della Scuola Galileo Galilei di Avigliana. Nella struttura ci sono evidenti problemi di barriere architettoniche alle quali da mesi la Dirigente Scolastica, la professoressa Amelia Viterale, cerca una soluzione. La struttura scolastica fa capo alla Città Metropolitana che ha reagito alle continue sollecitazioni che arrivavano da Avigliana si è attivata tra appalti, contratti e ricerca di fondi; insomma la solita palude burocratese.

La situazione ad oggi è davvero preoccupante con il monta carichi, necessario ai disabili in carrozzina di salire al primo piano, rotto dal novembre del 2016 e l’ascensore di servizio inadatto perchè troppo piccolo. La Dirigente ha cercato ogni soluzioni per risolvere un problema che in questi mesi sta condizionando, e non poco, la vita scolastica di una studentessa  costretta a farsi caricare a braccia su e giù per le aule scolastiche.

La Dirigente Scolastica

Abbiamo fatto quanto possibile, e di più– dice la professoressa Viterale- per risolvere un questo problema ma, nonostante le assicurazioni degli uffici della Città Metropolitana, oggi il montacarichi è ancora fermo. Siamo così nella triste situazione di offrire un’offerta scolastica di primo livello in una struttura datata, con evidenti problemi, e poche possibilità d’intervento. Avremmo anche voluto investire direttamente noi, ci era stato assicurato anche l’intervento economico del comune, ma per questioni burocratiche abbiamo avuto un diniego dalla Città Metropolitana”. Nella scuola comunque il personale è stato utilizzato al meglio anche per questa, particolare e incresciosa, vicenda.

La scuola Galilei ad Avigliana

La famiglia chiede una soluzione

Siamo rattristati e arrabbiati allo stesso modo– dicono dalla famiglia della studentessa-  è costretta ad accedere all’Istituto dal retro senza i suoi compagni aspettando che qualcuno dal piano di sopra venga ad aprire la porta. Non potendo utilizzare la sedia idonea sono nati anche dei nuovi problemi rilevati dalla sua fisiatra. Possibile che un’ente come la Città Metropolitana non riesca a garantire un livello di vita scolastico adeguato?” concludono richiamando ai doveri dell’ex Provincia di Torino.

L’impegno de consigliere cinquestelle Iaria

Dal mondo della politica qualcosa forse s’è mosso, in Città Metropolitana governata dal Movimento Cinque Stelle il consigliere delegato Antonino Iaria si occupa di Lavori pubblici e infrastrutture. “Dagli uffici ho avuto la documentazione e stiamo valutando la possibilità di inserire questo lavoro con la formula della -somma urgenza- per sistemare il montascale in tempi brevissimi. Credo ci siano tutte le condizioni perchè questo avvenga”. L’impegno è stato preso, da parte di tutti i protagonisti, per prima la studentessa, adesso non rimane che attendere.