Sergio Sacco, la guida sulla strada di Napoleone Presentato il suo libro "Dalla via delle Gallie alla Strada napoleonica"

Sergio 1

SUSA – Martedì 12 gennaio all’Unitre di Susa il professor Sergio Sacco ha presentato il suo ultimo libro “Dalla via delle Gallie alla Strada napoleonica”. Un attento e numeroso pubblico ha partecipato seguendo con grande apprezzamento gli argomenti trattati. Sacco ha cominciato il suo racconto in un arco di tempo che ha inizio con l’Età romana, attraversa l’Alto e il Basso medioevo, e termina con i primi decenni dell’Età moderna, che vedono Napoleone protagonista sulla scena Europea. Il professore ha preso in esame le mutazioni avvenute in Valle di Susa nel sistema di comunicazione stradale, nonché  il ruolo strategico svolto prima dal valico del Monginevro, affrontato dall’uno e dall’altro versante dalle legioni romane dirette o provenienti dalle province d’oltralpe e poi, con la fondazione dell’Abbazia della Novalesa, da quello del Moncenisio  il più agevole passo tra le vallate dell’Arc e della Dora Riparia, dell’Alto Rodano e del Po. Eccoci ai tempi moderni con le Alpi che si attraversavano a piedi, a cavallo o in lettiga. La conferenza ha poi avuto come argomento la costruzione della Strada napoleonica che permettere di percorrere senza soluzione di continuità la rotta Torino-Lione-Parigi. Su di essa le persone  viaggiavano più comodamente con carrozze a due e quattro cavalli e con il carrozzone di posta. Un insieme di notizie uniche e ben descritte in un testo chiaro e appassionante.