Serrati controlli della Polfer nel periodo delle vacanze su tutto il Compartimento Il bilancio: 4.700 persone identificate di cui 1.800 stranieri; 7 arresti e 41 denunciati a piede libero.

(Foto Polizia Ferroviaria)(Foto Polizia Ferroviaria)

TORINO – Fra allerta terrorismo e normale intensificazione dei controli per il periodo natalizio quando il traffico viaggiatori cresce,  le stazioni ferroviarie sono stati veri e propri “vigilati speciali” per i numerosi in questo lungo periodio festivo e parafestivo, da parte della Polizia Ferroviaria.

Negli scali del Piemonte e della Valle d’Aosta gli Agenti del Compartimento Polfer hanno effettuato servizi straordinari di vigilanza e monitoraggio in concomitanza delle festività: i dispositivi di controllo e di verifica si sono concentrati nelle date antecedenti il Natale e la notte del 31 dicembre, con specifici controlli a viaggiatori e bagagli i giorni 22, 30 e 31 dicembre, e controlli a più ampio raggio presso le stazioni nelle rimanenti giornate, con maggiore attenzione nei giorni del 23 e 24 dicembre.

Solo i controlli del 22 dicembre hanno portato all’identificazione di 407 persone di cui 137 stranieri, con il contestuale monitoraggio su 207 convogli e l’accurata verifica di bagagli, anche con l’utilizzo di metal detector.

Complessivamente, durante tutto il periodo natalizio, sono state identificate 4700 persone, di cui n. 1790 straniere, mentre i soggetti denunciati in stato di libertà sono stati 41 e  7 quelli in stato d’ arresto. I servizi effettuati a bordo treno dal personale addetto alle scorte su treni regionali e su treni a lunga percorrenza hanno riguardato ben 599 convogli e i servizi dedicati alla vigilanza delle  stazioni ferroviarie sono stati 655.

I controlli intensificati, specie nelle stazioni di Porta Nuova e Porta Susa a Torino,  hanno visto gli Agenti della Polfer affiancati da personale del Reparto Mobile e dalle Unità Cinofile messi a disposizione dalla Questura di Torino, in tal modo consentendo  verifiche su di un numero elevato di viaggiatori in transito.

L’attività messa in campo – dicono dalla Questura – “ha permesso  il conseguimento di importanti risultati sul fronte della prevenzione e repressione dei reati”.

A Torino, gli Agenti della Squadra di P.G. Compartimentale   hanno arrestato un quarantaseienne italiano, pluripregiudicato, residente nella Brianza, , colpito da un provvedimento di cattura per il quale doveva scontare quasi due anni di carcere a seguito di una rapina commessa ai danni di una farmacia del milanese. Gli stessi Agenti, nel corso delle attività di vigilanza di stazioni e relative pertinenze, nei pressi dello scalo di Torino San Paolo,  hanno arrestato 4 nomadi, tutti residenti in un campo nomadi del capoluogo, responsabili di furto di un ingente quantitativo di materiale tecnico a servizio dell’infrastruttura ferroviaria, parte del quale con un rilevante contenuto di rame e ghisa.

Sempre a Torino, gli Agenti del Settore Operativo di Porta Nuova hanno arrestato un tossicodipendente italiano di 26 anni, già noto agli operatori, responsabile di rapina ai danni di un diciannovenne, avvenuta appena fuori dalla stazione.