Si apre Chantar l’Uvern Sabato 5 dicembre a Salbertrand

bosco

SALBERTRAND – Sabato 5 dicembre 2015, a partire dalle ore 14.30  presso la sede dell’Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie in via Fransuà Fontan 1, si svolgerà il convegno “Intorno all’albero”: dalle foreste secolari agli alberi del maggio nella tradizione popolare dell’Alta Valle di Susa. Il convegno è realizzato dall’Associazione culturale ArTeMuDa per l’Ecomuseo Colombano Romean dell’Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie con la collaborazione del Consorzio Forestale Alta Valle Susa ed è l’evento di apertura della X edizione di Chantar l’Uvern 2015/2016. Un ipotetico viaggio intorno al mondo potrebbe portarci a visitare alberi che sono stati testimoni dei piccoli e dei grandi eventi dell’uomo. Gli alberi sono una presenza viva intorno a noi, creature multiformi con una storia spesso avventurosa, pronte a svelarla a quanti sanno mettersi in ascolto. Intorno a questi alberi la gente si è raccolta per secoli e secoli, costruendo riti e tradizioni che ancora oggi sono portati avanti dalla collettività dell’Alta Valle di Susa. L’Associazione ArTeMuDa, dopo aver assegnato il riconoscimento di Patrimouanë dla Jan – Patrimonio della Collettività per l’anno 2014 agli alberi del maggio o alberi della vita della tradizione altovasusina, cioè Pouento, Chirintèl, Chantè, Ran, prosegue il percorso di valorizzazione con l’organizzazione del convegno Intorno all’albero. Perché gli alberi del maggio, Pouento, Chirintèl, Chantè, Ran, che affondano le radici in tradizioni millenarie, hanno riunito intorno a loro la comunità in una celebrazione della vita, perpetuata nel rito della fertilità e della rinascita. Per lo più assimilati nei festeggiamenti delle feste patronali, con l’avvento del Cristianesimo, gli alberi del maggio sono simbolo della celebrazione vitale della comunità. La rassegna culturale Chantar l’Uvern, giunta alla X edizione, valorizza eventi tradizionali del periodo invernale e attraverso spettacoli, concerti e serate tematiche, promuove la lingua e la cultura occitana, franco-provenzale e francese. L’edizione 2015/2016, presentata durante il convegno del 5 dicembre, proseguirà fino a Pasqua 2016 e coinvolgerà i comuni delle aree protette delle Alpi Cozie. E’ realizzata grazie alla sinergia dell’Ente Parco con Chambra d’Oc – “Lingue Madri” per la promozione della cultura della Città Metropolitana di Torino – e Consorzio Forestale Alta Valle di Susa. La partecipazione è gratuita. E’ gradita l’iscrizione.