Si è parlato di Commercio al Consiglio Comunale di Giaveno PER GIAVENO: "La Regione Piemonte boccia clamorosamente i criteri ed indirizzi sul commercio."

municipio giaveno 2

GIAVENO – Si è svolto lo scorso 27 ottobre nella sala consiliare di Palazzo Asteggiano il Consiglio  Comunale. Molto sentito  è stato, come sempre, il punto riguardante il commercio. All’ordine del giorno vi era infatti il punto riguardante i criteri e gli indirizzi per la programmazione del commercio, inerente la riperimetrazione degli addensamenti commerciali a seguito alle osservazioni pervenute dalla Regione Piemonte. Sul tema è intervenuto l’Assessore all’urbanistica Neirotti, coadiuvato da un esperto, l’ Architetto Malacrino, i quali hanno illustrato il tema delle liberalizzazioni a partire dal Decreto Bersani sino alla direttiva Bolkesthein.  Neirotti ha ribadito l’intenzione dell’Amministrazione di dare trasparenza alle proprie azioni, condividendo le scelte con le Associazioni Commerciali. Un segnale di apertura  verso la categoria dei commercianti arriva anche dalle parole del Primo Cittadino Giacone, il quale ha affermato: “L’Amministrazione non intende riempire Giaveno di Centri Commerciali.” Assolutamente contrario all’insediamento di medie strutture commerciali il gruppo consiliare Per Giaveno: il capogruppo Tizzani ha infatti affermato: “Noi abbiamo mantenuto la promessa fatta ai cittadini: zero medie strutture sono state fatte durante l’Amministrazione Ruffino. Coerenti con quanto abbiamo fatto e continuiamo a portare avanti a favore del commercio di vicinato voteremo no a tale punto.” A tali parole ribatte l’Assessore al Commercio Marilena Barone: “Al posto nostro non avreste potuto agire diversamente perchè la Regione non accetta un no.”

Il punto è stato approvato con immediata esecutività.

A seguire il commento di Per Giaveno: “Commercio: Un tasto dolente per l’amministrazione Giacone. Sospette inversioni dell’ordine del giorno, forse un depistaggio per scoraggiare i Giavenesi che volevano assistere alla discussione sul commercio in Consiglio Comunale?  Un forte segnale ad una amministrazione che ha abbondato troppo nel suo piano, prevedendo la possibilità di insediare ben quattro medie strutture commerciali (fino a 2.500metri quadri cadauna), è arrivato però proprio dalla Regione, con le osservazioni pervenute a maggio.
Ad oggi –  affermano i Consiglieri Comunali Tizzani e Ruffino – l’amministrazione di Giaveno  si è sottratta ad  ogni tipo di comunicazione preventiva sulle tematiche del commercio, sfuggendo il confronto, nonostante le tante promesse di dialogo e trasparenza espresse nella campagna elettorale.
Affermano ancora i Consiglieri Ruffino e Tizzani “Deleteria è stata la politica Commerciale di questa Giunta, che è dovuta tornare frettolosamente in Consiglio per porre rimedio è correggere la macroscopica previsione di ampliamento dell’addensamento A3, su Via Torino. Ribadiamo la nostra contrarietà a questo tipo di politica, distruttiva del commercio di prossimità, il voto del Gruppo PER GIAVENO é  stato contrario sulla delibera proposta da Giacone a gennaio ed anche oggi é stata rinnovata la totale contrarietà”.
Proseguono  Ruffino e Tizzani: “Ad oggi questo tipo di politica ha fatto sì che sia già stata approvata in Consiglio la delibera sulla conversione commerciale della Ex Cartiera Reguzzoni ai sensi del decreto sviluppo e che sia stata depositata una seconda domanda sulle aree di Via Torino”.
Concludono i Consiglieri: “Raccogliamo le forti preoccupazioni dei commercianti Giavenesi: che ne sarà del commercio cittadino?”