Il Primo Censimento delle iniziative più utili ai cittadini e all’ambiente realizzate dalle aziende dell’acqua, SMAT presenta i risultati dei progetti

Gli uffici SMAT a TorinoGli uffici SMAT a Torino

TORINO – La realizzazione di un giubbotto ad acqua indossabile dagli astronauti per la protezione dalle radiazioni cosmiche nel corso delle missioni spaziali, messo a punto dal Centro Ricerche SMAT e denominato Progetto PERSEO, è tra i 274 progetti presentati da 134 aziende nell’ambito dell’indagine condotta da UTILITALIA, la Federazione che riunisce 500 Aziende italiane che operano nei servizi idrici, energetici e ambientali.

Le migliori pratiche

Il lavoro di raccolta ed analisi delle schede compilate a cura delle aziende ha consentito di realizzare un database che vede i progetti così suddivisi: 90 nell’ambito della Responsabilità sociale e ambientale, 83 nell’Innovazione tecnologica, 52 nell’Efficienza energetica e 49 nell’Organizzazione aziendale e risorse umane. Si tratta del Primo Censimento delle migliori pratiche mai realizzato da quando esistono le aziende che si occupano di servizi pubblici locali, un lavoro che raccoglie i migliori progetti realizzati negli ultimi tre anni dalle aziende il cui impegno quotidiano rappresenta alcuni dei settori attraverso i quali si misura la qualità della vita nelle nostre città.

Tariffa Sostenibile

Quattro i progetti presentati dall’azienda torinese del servizio idrico: uno nell’ambito della Responsabilità sociale e ambientale, “Tariffa Sostenibile”, che testimonia l’impegno quotidiano di SMAT a sostegno delle famiglie in difficoltà, e tre in quello nell’ambito dell’Innovazione tecnologica. In quest’ultimo ambito rientrano: “Biowyse” per la prevenzione ed il monitoraggio della biocontaminazione all’interno degli ambienti confinati, “Demosofc”, primo sistema di taglia industriale in Europa di co-generazione a impatto zero, alimentato dal biogas dei fanghi di risulta dalle acque reflue del depuratore SMAT di Collegno e “PERSEO – PERSONAL RADIATION SHIELDING FOR INTERPLANETARY MISSIONS”. Quest’ultimo progetto, avviato a gennaio 2016, per rispondere ad un bando dell’Agenzia Spaziale Italiana che chiedeva di studiare e sviluppare un sistema di radioprotezione indossabile in grado di mitigare gli effetti della radiazione cosmica sugli astronauti impegnati nelle future missioni di esplorazione spaziale, è stato fra quelli segnalati da UTILITALIA.

Tecnologie da utilizzare in ambito terrestre e spaziale

Nell’ambito del progetto PERSEO, SMAT si occupa della realizzazione delle sacche (in materiale polimerico inerte) contenute all’interno del sistema indossabile, attività per la quale ci si avvale della collaborazione con Aerosekur, fornitore specializzato nello sviluppo di prodotti e tecnologie da utilizzare in ambito terrestre e spaziale. Partner di SMAT per il progetto PERSEO sono: Università di Pavia, TAS-I, Aviotec, ALTEC, Università degli Studi di Roma Tor Vergata.