Su e giù per lo Chaberton in meno di tre ore Cristian Minoggio vince il Trofeo, grande manifestazione in vetta

(foto Danilo Bellando e Ezio Romano)(foto Danilo Bellando e Ezio Romano)

CESANA– I record sono fatti per essere battuti. Talvolta c’è chi, letteralmente, li frantuma. È il caso di Cristian Minoggio che, domenica 26 giugno, ha polverizzato il primato assoluto nella seconda edizione del Trofeo Monte Chaberton, storica gara di corsa in montagna ripresa dall’Associazione Asd Bousson di Corsa con il contributo del Comune di Cesana Torinese. L’atleta della Valetuto Skyrunning ha impiegato 2h45’13” dal centro storico di Cesana (1350 metri slm) alla vetta del Monte Chaberton (3130 metri slm).  Andata e ritorno:  25,5 km di percorso alpino per un dislivello positivo di 2.000 metri corsi abbondantemente sotto il muro delle 3 ore. Una vera impresa tenendo conto che il riferimento da battere era di 2h59’30’’, fatto segnare nel 2015 dall’intramontabile Claudio Garnier (Valetudo Skyrunning) . Un Garnier che si è piazzato comunque terzo assoluto con il tempo di 3h01’23”, preceduto da Gianfranco Danesi (2h53’05) per un podio monopolizzato dal Valetudo Skyrunning. Sodalizio che ha fatto bottino pieno con il primo posto nella categoria femminile di Emanuela Brizio(3h20’21’’) , quattordicesima assoluta. Completano il podio in rosa Raffaella Miravalle (3h39’07’’),  per l’Atletica Monterosa, e Elisa Almondo (3h46’25),  dell’Asd Brancaleone. In totale sono stati 302 gli atleti partiti alle 9.00 da Piazza Roma, nel centro storico di Cesana Torinese, per una manifestazione che ha riscosso grande successo godendo anche di una fantastica giornata di sole e cielo azzurro. In vetta i figuranti militari, i soci della neonata Associazione Monte Chaberton e una rappresentanza della Fanfara ANA Valsusa.