Susa apre presso la Stazione Carabinieri la “saletta d’ascolto” per assistere le donne vittime di violenza Una proposta nata da Associazione Svolta Donna, in collaborazione con la ex Provincia e le Forze di Polizia

La Caserma dei Carabinieri di SusaLa Caserma dei Carabinieri di Susa

SUSA – Domani, martedì 27 giugno la Stazione dei Carabinieri di Susa inaugurerà ufficialmente la “saletta” riservata alle donne vittime di violenza, proseguendo così nel progetto, avviato nel 2014 dall’ex Provincia di Torino e sostenuto in seguito dalla Città Metropolitana, di risistemazione di uno spazio dedicato in quindici commissariati e caserme del territorio.

L’inaugurazione

Alle 10.30 sarà tagliato il nastro della saletta presso la Stazione dei Carabinieri : una nuova tappa del progetto “Una stanza per te”, un’idea nata da una proposta dell’Associazione Svolta Donna per creare all’interno di Commissariati e caserme degli spazi protetti, accoglienti ma adeguatamente attrezzati, per raccogliere le testimonianze delle donne che entrano per denunciare violenze su di sé o sui propri familiari. Le vittime di violenza troveranno ad accoglierle personale di polizia giudiziaria femminile appositamente formato ed esperte dell’Associazione stessa, psicologhe e assistenti sociali.

La ex Provincia di Torino nel 2014 ha dato via al progetto di risistemazione degli spazi in quindici commissariati e caserme del territorio: comandi di compagnia dei Carabinieri Settimo Vittone), commissariati di Polizia. (a Torino, Bardonecchia, Ivrea, Rivoli) e nuclei specializzati di Polizia locale (Moncalieri, Venaria, Ivrea)  e la Città Metropolitana ha raccolto il testimone per il completamento della rete di salette.