Susa, la minoranza attacca l’amministrazione Plano sul campo Quaglino e la squadra di calcio "Quali azioni ed interventi ha intrapreso l’aministrazione per evitare l’allontanamento da Susa della storica squadra di calcio?"

Il campo Mario Quaglino senza manutenzione si sta deteriorandoIl campo Mario Quaglino senza manutenzione si sta deteriorando

SUSA – L’addio del calcio che conta, dopo anni di presenza al campo da calcio Mario Quaglino, verso Bussoleno dopo le polemiche su web si sposta come tema in sala consigliare. E’ il gruppo Gruppo Consigliare La Nuova Susa che porta il mancato impegno verso lo sport dell’amministrazione, questo è il parere della minoranza, a Palazzo Buttis con un’interpellanza.

La minoranza accusa l’amministrazione 

Scrivono i consiglieri  che “Nell’Area Sportiva sono presenti due campi di calcio regolamentari con spogliatoi,docce e uffici preposti all’uso e gioco del calcio e fino al mese di maggio 2017 sono stati concessi dalla Società Dinamica alla Società dilettantistica Calcio dell’Union Susa, con accordo bonario di gestione con comprendeva la pulizia dell’area con relative manutenzioni ordinarie e straordinarie“. I consiglieri analizzano l’anno sportivo “La Società calcistica Union Susa, oltre ad avere utilizzato fino ad ora con cura i campi, ha conseguito notevoli risultati calcistici sia nel settore giovanile (poiché vanta il titolo di scuola calcio d’élite) sia nel settore agonostico con l’ottima prestazione nel recente campionato che le ha permesso di conseguire la vittoria nel suo girone e la promozione in “Eccellenza”, storico traguardo per la squadra e motivo d’orgoglio per la Città di Susa“.

Addio al calcio che conta dal campo da calcio di Susa

Adesso che la squadra cambierà sede e nome?  “La squadra promossa in eccellenza costretta a trasferirsi a Bussoleno, cambiando anche nome in Union Bussoleno-Bruzolo, con riferimento ai comuni che di buon grado, senza aumentare le tasse ai loro cittadini, accoglieranno nelle proprie strutture sportive la squadra ex segusina”.

Le domande della minoranza

Quali azioni ed interventi ha intrapreso l’aministrazione per evitare l’allontanamento da Susa della storica squadra di calcio, con compromissione di tutte le attività connesse, nonché la perdita di un campionato di tutta eccellenza giocato nella nostra città, con conseguente impoverimento d’immagine per Susa”  e poi ancora “In particolare quali e quanti incontri sono stati organizzati per agevolare un propositivo dialogo tra l’ente gestore impianti “Dinamica SSD”, la Società “Calcio Union Susa” e l’Amministrazione Comunale?“.

Una nuova società, perche?

Per quale ragione, anziché annunciare di voler favorire la nascita di una nuova società calcistica, l’Amministrazione in carica non ha fatto ogni sforzo per reperire le risorse minime necessarie al fine di mantenere in Susa l’attività della consolidata ed efficiente Calcio Union Susa, che ha portato per anni il nome della Città alle vette calcistiche fino all’Eccellenza?“. Plano e l’assessore allo sport nel prossimo consiglio comunale risponderanno a queste domande che, di fronte all’opinione pubblicata, li ha visti all’angolo, quello del campo di calcio naturalemente.

Questo slideshow richiede JavaScript.