Susa, per una sera in tricolore Presentato dall’Associazione Il Ponte "Monumenti tricolori"

(foto Dario Balbo)(foto Dario Balbo)

SUSA- Si è svolta venerdì 18 dicembre, presso la sala don Trappo, nella sede dell’Associazione Nazionale Alpini della Sezione Valsusa, la presentazione del libro “Monumenti Tricolori”. Ha portato il suo saluto il padrone di casa, Giancarlo Sosello, presidente Sezionale,  che ha ringraziato i presenti e salutato con apprezzamento l’uscita del libro. “Abbiamo creduto in questo progetto che riteniamo utile per la memoria storica del nostro territorio” ha detto Giovanni Quaglino presidente dell’Associazione Il Ponte “seguendo la linea editoriale che abbiamo intrapreso da molti anni per la valorizzazione e della cultura e dell’arte nella nostra valle”. Il sindaco di Susa Sandro Plano, nel suo intervento, ha portato l’attenzione sulla sede degli alpini che, passata al comune dal demanio, ora sarà oggetto di accordo per la cessione e l’uso. Gemma Amprino, presidente onoraria dell’associazione, è intervenuta ricordando l’impegno per la ricerca e la stesura del testo e la sua importanza nella memoria. Mario Tonini, l’autore, ha poi raccontato la sua lunga ricerca e l’esperienza non solo fotografica tra lapidi, monumenti e segni del tempo (di Val Susa e Val Sangone) di uomini mai più tornati dalla guerra. L’associazione ha poi consegnato le copie del libro alle tante associazioni che hanno collaborato alla riuscita dell’edizione. Ecco gli alpini, i granatieri di Sardegna, gli avieri, i bersaglieri, i paracadustisti, i marinai, i partigiani e le associazioni civili: dal Rotary al Lions, gli Amici della Sacra e di Avigliana e gli altri gruppi culturali che hanno collaborato.