Svaligiava magazzini nel Torinese, arrestata baby banda I giovani rapinatori erano soliti svaligiare magazzini di piccole imprese, due arrestati

patente-carabinieri

ORBASSANO – Una serie di furti ai danni di piccole imprese eseguiti con rapidità e precisione, trafugando macchinari da lavoro, attrezzatura da officina e ogni sorta di apparecchiature. Questo il curriculum di due ladri di 15 e 17 anni – di origini bosniache e  residenti nei campi nomadi tra Settimo Torinese e Nichelino –  arrestati dai Carabinieri di Orbassano che hanno così sventato il “colpo” ai danni di un grande magazzino di proprietà dell’azienda “Zingarelli” all’Interporto Sito di Rivalta. Al momento dell’arresto i due ragazzi si sono rifiutati di collaborare con le Forze dell’Ordine, per proteggere gli altri membri della banda che sono invece riusciti a fuggire a piedi, dopo aver abbandonato la vettura Lancia Libra rubata per l’occasione e aver lasciato nelle mani dei Militari dell’Arma i due complici e parte della refurtiva, che sembra ammontasse complessivamente a 30 mila euro e che è stata in parte riconsegnata ai legittimi proprietari.  La carriera dei due giovanissimi ladri – di cui uno è noto alle forze dell’ordine per aver ricevuto la prima multa per guida senza patente a 16 anni – si è rapidamente evoluta tanto da essere entrati in una sofisticata organizzazione criminale, composta fra l’altro di prestanome a cui intestare veicoli con targa modificata per  mantenere l’anonimato durante le attività criminali ed eludere i controlli, e dotata di una fitta rete di ricettazione per smerciare la refurtiva.