fu sospreso dalla Wehrmacht e trovò la morte; era il 15 aprile del 1945. Grazie ad una ricerca storica condotta dall’Associazione Russkij Mir di Torino