“Ti aiuto”, il progetto a favore dei cani in cerca di adozione Il servizio, rivolto a canili e privati, offre sessioni fotografiche gratuite per valorizzare i cani in cerca di famiglia

"Ti Aiuto", il progetto per aiutare i cani in cerca di adozione. Foto: Michele Scandurra"Ti Aiuto", il progetto per aiutare i cani in cerca di adozione. Foto: Michele Scandurra

TORINO – Nasce dalla mente, e soprattutto dal cuore, di Michele Scandurra il progetto “Ti aiuto” rivolto ai rifugi, ai canili ed ai privati. Lo scopo è quello di valorizzare, tramite una piccola sessione fotografica professionale gratuita, i cani in cerca di adozione.

Foto professionali per aiutare i cani in cerca di adozione

Michela Scandurra è un fotografo professionista di eventi sportivi che lavora immortalando soprattutto le corse su strada (10km, mezze maratone e maratone) su territorio torinese e piemontese. Il suo sito internet è www.scandurramichele.com e da circa 6 mesi ha creato anche il sito www.iltuomiglioreamico.com su cui propone servizi fotografici per cani rivolti a privati, allevatori e commercianti. È qui che ha proposto il servizio gratuito Ti Aiuto con lo scopo di aiutare persone e cani ad avere una vita felice insieme.

Il progetto per le adozioni

Il progetto prevede una piccola sessione fotografica professionale gratuita per valorizzare il cane ed aumentare quindi i contatti e le probabilità di adozione. Michele Scandurra lavora al progetto con l’appoggio del portale “Il mio cane” e con l’educatrice cinofila Daniela Dionigi del centro di educazione cinofila “Amicani” di Torino, collaboratrice dell’asilo per cani “Bauloft”, che stilerà un profilo caratteriale dei cani che verranno aiutati per evitare i problemi post adozione e le conseguenti “restituzioni” che sono, purtroppo, molto frequenti.
Con questo servizio i rifugi, i canili ma anche i privati potranno creare calendari o altri prodotti destinati alle raccolte fondi, oltre che aiutare gli amici a quattro zampe a trovare una casa.

Come è nato il progetto Ti Aiuto

L’idea mi è venuta quando, qualche mese fa, mi sono accorto di quanti cani ci fossero in attesa di adozione – dice Michele -. Mi sono chiesto, insieme alla mia compagna, cosa avremmo potuto fare per aiutarli. Guardando le foto con cui venivano presentati i cani per le adozioni ci siamo resi conto che si potevano realizzare delle immagini molto più interessanti generando più contatti e velocizzando la ricerca di una nuova famiglia. Quando il progetto è stato reso noto, si è messa in contatto con noi l’educatrice cinofila Daniela Dionigi della associazione “Amicani” di Torino e si è offerta di entrarne a far parte, aiutando con le sue competenze le persone a capire se il cane che vogliono adottare è compatibile o meno con il loro stile di vita, in modo da cercare di evitare problemi che, solitamente, compaiono dopo l’adozione stessa”.

Per informazioni visitare il sito www.iltuomiglioreamico.com oppure scrivere all’indirizzo email [email protected]

Questo slideshow richiede JavaScript.