Tre scialpinisti precipitano in un canalone in Val Troncea: una persona è morta La sciagura è avvenuta nel pomeriggio sulle pendici del Monte Freddo

L'elisoccorso del 118 PiemonteL'elisoccorso del 118 Piemonte

PRAGELATO – Nel primo pomeriggio 3 scialpinisti sono precipitati in un canalone sulle pendici del Monte Morefreddo, cima a 2.770 metri di quota in  Val Troncea. Un’escursione abbastanza usuale cui si accede partendo dalle Grange Laval.  Ed è qui che uno dei tre compagni rimasto solo lievemente ferito è poi riuscito a scendere per dare l’allarme, partito alle 15,30.

La comitiva dei tre amici – separatasi da un gruppo di altri sciatori – è scivolata in un ripido canalino ghiacciato durante un traverso a circa 2.000 metri di quota, probabilmento poco dopo le 13.. Purtroppo la caduta ha avuto come termine lo schianto contro le rocce sottostanti emergenti dalla neve gelata.  Poco dopo la chiamata del superstite sul posto è giunto l’Elisoccorso del 118 da Torino e sono state mobilitate squdre di Volontari del Soccorso Alpino Piemontese da Pragelato, Praly e Pinerolo.

La ricerca degli incidentati, nonostante la splendida giornata non è stata agevole. Ma quando i tecnici si sono calati sul luogo della caduta una delle due persone cadute era già morta, deceduta molto  probabilmente al momento stesso dell’impatto. Il ferito grave è Luigi Mortironi, primario di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Santa Croce di Moncalieri. Politraumatizzato è stato recuperato e trasportato più in basso poi trasferito su un secondo elicottero del 118, di stanza a Levaldigi, che l’ha trasportato al CTO di Torino in condizioni gravi, ma pare non in pericolo di vita. Il terzo uomo è invece stato trasportato in codice giallo a Pinerolo.

La vittima della sciagura è invece Francesca Bono, una 54enne di Torino, considerata molto esperta ed abituale frequentatrice delle nevi fuoripista. La sua salma è stata riportata a Collegno, nella base operativa del 118 Piemontese, dove hanno proceduto per i rilievi di rito i Carabinieri di Collegno.