Trent’anni di CAI Intersezionale Val Susa e Val Sangone festeggiati a Caprie

cai

CAPRIE – Trent’anni insieme, in montagna tra sentieri, boschi e conquiste piccole e grandi. Così il CAI dell’Intersezionale con le sue 11 sezioni della nostre valli si è ritrovata a Caprie, nella palestra d’arrampicata “La Sosta”. Un pò di storia: Il gruppo nasce nel 1978 dall’incontro di 9 sezioni (definite “soci”, in quanto rappresentate dal proprio presidente), che diventano 10 nel 1986 (con Rivoli) 11 nel 1992 (con Bussoleno), tornano 10 nel 1996 (con l’uscita di Coazze) e ancora 11 nel 2002 (con Bardonecchia). Se la storia delle origini e dei primi 8 anni del Raggruppamento è ricostruibile solo sulla base della memoria e dei racconti orali di chi l’ha vissuta, i verbali delle riunioni (a partire dal 1985) e la documentazione scritta costituiscono una preziosa fonte di conoscenza. I verbali attestano la frequenza degli incontri dei soci (una media di 7-8 per anno), le riunioni di singoli gruppi e commissioni per iniziative di lunga durata (quali ad esempio la redazione dell’annuario) o legate ad eventi e occasioni particolari (quali la mostra fotografica del 2002, la Settimana nazionale dell’escursionismo del 2003, gli incontri con la TAM regionale per le Olimpiadi invernali 2006, la revisione dello statuto ISZ del 2012, il 150°del CAI del 2013), gli incontri con i rappresentanti di enti pubblici o associazioni (quali Comuni, Comunità Montane, guide alpine, assicurazioni, consulenti fiscali, consiglieri centrali del CAI). 14 luglio 2013, Il 150mo CAI al rifugio Vaccarone Le figure chiave La presenza di documentazione scritta, prodotta da un gruppo di segreteria ancor prima della definizione statutaria del gruppo, consente di delinearne alcune figure chiave: i segretari (Titonel (1978-88), Carruccio (1989-1997), Ferraudo (1997-1999), Pecchio (1999-2012) Usseglio Min (dal 2012) i presidenti Masera (1992-1996), Graglia (ad interim, 1996-1998), Marcatto (1998- 2001), Blandino (2001-2004), Boschiazzo (2004-2010), Girodo (2010- 2014), Scaglia (dal 2014) Il raggruppamento riunisce oggi 11 sezioni con circa 3500 soci.