Un 2016 fiorente e… fiorito per il Giardino Botanico Rea di Trana

gran_tour_rea

TRANA – Bilancio positivo per il Giardino Botanico Rea per l’anno 2016. Durante l’anno da poco conclusosi il Giardino Rea ha organizzato, promosso ed ospitato incontri, chiacchierate, lezioni e corsi di varia natura, sempre di tipo culturale-scientifico, rivolti agli abitanti della nostra valle e non, realizzati con l’aiuto e la collaborazione attiva dell’Associazione di volontariato “Amici del Giardino Botanico Rea”.

Le visite guidate in primis sono quelle che riscuotono sempre molto successo di pubblico, specialmente quelle effettuate in primavera ed estate. Tra le chiacchierate più seguite, quelle riguardanti Orchidee selvatiche del Piemonte, la Naturopatia alpina presentata dall’Associazione Natura di Luce, a cui è seguito un corso; le Iris e le bulbose, le fioriture estive del Giardino Rea e quelle su argomenti diversi riguardanti il mondo degli insetti. A luglio è stata ospitata un’interessante serata informativa sul Nuovo Piano di Sviluppo Rurale (PSR), a cui ha partecipato l’Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte Giorgio Ferrero.

Varie sono state anche le mostre: i Bonsai del Bonsai Club Rivalta e BonsaiTime International school; quella dedicata al Cavaliere del Lavoro Giuseppe Ratti ricordato nel 50° dalla sua morte, mostra realizzata in collaborazione con il Comune di Trana; due mostre artistiche, una di quadri del pittore e incisore Isidoro Cottino e una fotografica di Valentina Mangini, guardiaparco del Parco Alpi Cozie. L’anno è terminato con una Mostra più prettamente didattica dal titolo “Insetti: vita e curiosità a sei zampe” ospitata nella sala da metà settembre a metà dicembre e realizzata in collaborazione con il Cai di Giaveno e Museo Geologico Sperimentale.

Importante è stata la collaborazione con i Comuni di Giaveno e Trana. Il primo con la realizzazione di un percorso per il Gran Tour di Torino Musei e la partecipazione a Maggionatura e alla Festa del Buon Pane. Con il Comune di Trana e la Pro Loco per la Fiera di Trana e per le MangiaSTrana: a giugno con il passaggio in Giardino di 260 partecipanti alla “MangiaSTrana delle borgate” e a luglio con il Giardino in veste di set cinematografico, per la realizzazione del bellissimo film giallo della “MangiaSTrana del Mistero”.

Una novità che ha riscosso molto successo è stata la rappresentazione teatrale all’aperto “Shakespeare in giardino: Sogno di una notte di mezza estate”, messo in scena dalla compagnia teatrale Divago di Torino.

Sempre con la collaborazione dell’Associazione “Amici del Giardino Botanico Rea” si è potuto partecipare a grosse manifestazioni dedicate al verde e al giardinaggio quali Flor ’16 a Torino e “Tre giorni per il Giardino” al Castello di Masino, momenti importanti per far conoscere il Giardino Rea al di fuori della nostra Valle.

Sono inoltre stati realizzati due corsi, uno di Orticoltura e uno di Giardinaggio base nella sede stessa del Giardino Rea.

Il pubblico ha avuto un incremento del 20% rispetto allo scorso anno con un totale di oltre 6000 ingressi. Quasi 2000 sono stati gli alunni delle scolaresche in visita provenienti da tutto il Piemonte. Positivo è stato anche l’incremento dei passaggi con le tessere dell’Abbonamento Musei con un più 30%. “Con queste premesse – comunica lo staff del Giardino Botanico Rea – ci accingiamo ad affrontare il prossimo anno, che rappresenta un importante passaggio, i 50 anni dalla fondazione, 1967-2017 e per il quale stiamo già programmando numerosi eventi ed iniziative.”                                                        

Il Giardino Botanico Rea  –  sito a Trana, in strada Giaveno n° 40 frazione San Bernardino –  nei mesi invernali, da ottobre ad aprile, è aperto per le visite da parte del pubblico con il seguente orario: in settimana, da lunedì a venerdì  feriali 9-12/13-17 (il venerdì sino alle ore 16:00) -Sabato, domenica e orari diversi su prenotazione. Il Giardino Botanico Rea è comunque aperto tutto l’anno per visite guidate e laboratori didattici per scolaresche e gruppi organizzati; visite guidate e incontri a tema possono essere svolti in ogni stagione in collaborazione con associazioni, amatori e vivai. Il salone può accogliere fino a 100 persone ed è disponibile tutto l’anno ad ospitare corsi, incontri e convegni, conferenze, mostre e proiezioni, inoltre il Giardino Botanico Rea è la location perfetta per reportage fotografici e per feste di Matrimonio, compleanno ed altre ricorrenze.