Un secondo posto che è anche la consegna del “testimone”

ORBASSANO – Un secondo posto che è anche un arrivederci. Alla “Coppa Italia”, competizione regionale della FGI sezione GR/GpT che si è svolta lunedì 25 aprile al Pala Ruffini, sono state Clara, Sara, Tiziana e Vittoria – “le grandi” del Centro Sportivo Orbassano – a emozionare il pubblico. Impegnate in un esercizio collettivo accompagnato dalla musica, a cui si sono aggiunte le progressioni individuali con attrezzi e corpo libero, le atlete hanno realizzato una performance perfetta fino a quando una palla “traditrice” rotolata fuori dalla pedana avrebbe potuto segnare la fine della prova e il crollo di ogni speranza. Ma le ragazze, fedeli a quello che sembra essere il motto del Centro Sportivo – non per vincere ma per crescere – hanno sfoderato grinta e carattere, volontà e bravura tali da conquistare il secondo gradino del podio. In mezzo al pubblico plaudente e ammirato, a “tifare” per loro fra le lacrime e i sorrisi erano parenti e amici, consapevoli che la prova sarebbe stata l’ultima, quasi un addio al Centro Sportivo che le aveva accolte bambine e che ora le vedeva andar via, per lasciare il posto ad atlete più piccole. E se le grandi della terza fascia hanno emozionato e commosso, le giovani della seconda non hanno deluso gli spettatori, con il secondo posto vinto dalla squadra rossa di Giorgia, Erika, Gaia, Beatrice, Martina e Francesca, il terzo ottenuto da Sara, Aurora, Cristina, Claudia, Matilda e Julieta della squadra azzurra, e il quarto di Fabiana, Irene, Elisabetta, Elena, Martina e Rebecca che compongono la squadra bianca. Tutti riconoscimenti che hanno ancora una volta confermato come nell’attività sportiva sia importante la confluenza di impegno e divertimento, professionalità e amicizia, disponibilità e sana competizione, reciproco aiuto e senso di appartenenza, prima, durante e dopo le competizioni, quando le piccole e le grandi  sono state davvero uno squadrone unico che si teneva per mano. (Fotografie di Manuela Lanza)