Un successo il R-Estate Attivi 2016

RIVALTA – Circa cinquanta ragazzi all’opera nelle quattro frazioni del territorio per l’edizione 2016 di R-Estate Attivi. Dal 4 al 29 luglio, con  co-progettazione tra l’Amministrazione locale e il Centro Studi Sereno Regis,  e la collaborazione di molte realtà del territorio, i giovani impegnati nell’iniziativa  hanno raccolto  rifiuti per strada, estirpato piante infestanti, ridipinto dissuasori del traffico in cemento e panchine, ripulito aree pubbliche, ritinteggiato cabine elettriche e rinnovato aiuole. E se per ciascuno dei quattro gruppi era previsto un intervento sul tema della violenza nei confronti delle donne – che con la collaborazione dell’artista Karim Cherif ha portato alla realizzazione di quattro “panchine rosse” nei giardini di via Toti, piazza Cervi e via Torinoe nei giardini Berlinguer –  una mattina è stata interamente dedicata alla scoperta della collina Morenica, del mondo delle vigne e delle coltivazioni accompagnati dall’Associazione Takajasu. I due gruppi di ciascun turno si sono poi riuniti anche in due pomeriggi, nel primo turno a Rivalta Centro e nel secondo a Pasta, per lavorare insieme ai ragazzi del Progetto Giovani Integrato, dell’Educativa di Strada, agli Ecovolontari e ai Volontari Civici, per realizzare un intervento itinerante e aperto a tutti i cittadini. Nel secondo turno importante è stato anche il coinvolgimento di alcuni ospiti della comunità richiedenti asilo del Dojrone che si sono raccontati ai giovani rivaltesi, hanno lavorato con loro e insieme giocato a calcio alla Polisportiva di Pasta. Se l’iniziativa è stata un successo si deve anche alle tante realtà che si sono fatte coinvolgere, come i Volontari Civici che in Centro, in frazione Pasta e a Tetti Francesi hanno fornito suggerimenti per individuare le aree e le tipologie di intervento da realizzare, o il Comitato di Pasta che ha seguito con dedizione e continuità i lavori del gruppo, e anche Takajasu, Polisportiva Pasta, Iniziativa Musicale, Progetto Giovani Integrato, Educativa di Strada e Coop. Leone Rosso, senza dimenticare gli Ecovontari rivaltesi onlus che in frazione Gerbole hanno seguito i ragazzi con l’intento di insegnare loro la corretta manualità per raggiungere il miglior risultato possibile. Così, le Ecovolontarie Gabriella e Silvana hanno seguito i ragazzi nell’eradicazione della infestante fitolacca su 300 metri della pista ciclabile di via Carignano, mentre sono state Luciana e Silvana a coordinare e ad aiutare i giovani volenterosi nell’estirpazione delle infestanti dai bordi strada, nella ripulitura delle fioriere e nella verniciatura dei “panettoni” all’altezza della scuola di primo grado Gandhi. È stato invece l’ecovolontario Piero a aiutare nella carteggiatura, mascheratura e verniciatura delle arrugginite transenne della pista ciclabile di via Carignano, mentre il “collega” Sergio si è occupato, a fianco dei ragazzi, di recuperare le pareti vandalizzate da graffiti su via Giaveno all’altezza del supermercato Carrefour, le centraline di via fratelli Marconetto  e di via Della Vallà. Gabriella, supportata da volenterosi residenti, ha invece affiancato i ragazzi che hanno lavorato sradicando infestanti dai bordi strada e dalle aiuole di via Cellini e di via Toti, proseguendo la verniciatura delle transenne nella vicina via Carignano, dipingendo la panchina nel parcheggio di via Alfieri, ripulendo giochi nell’area di via Nenni recentemente inaugurata e recuperando le parti metalliche nella centralina di via Della Vallà. Al termine dei lavori –  per i quali gli Ecovolontari hanno messo gratuitamente  a disposizione il  materiale necessario per mascheratura e pulizia pennelli oltre a vernice grigia, scope e  attrezzatura varia – gli Ecovolontari hanno salutato i ragazzi e le educatrici alle quali hanno donato tulipani colorati quale ricordo.