Un successo la Cena in Bianco ad Avigliana Andrea Archinà: "Un modo originale per promuovere il nostro contesto naturalistico"

avigliana 1

AVIGLIANA- E’ stata un successo la Cena in Bianco ad Avigliana. Quasi 170 persone hanno animato le rive del lago piccolo, ognuna attrezzata con tavoli, sedie tovaglie e accessori tutti rigorosamente bianchi. Le operazioni di montaggio sono iniziate già dalle 18 quando gli aderenti hanno cominciato a raggiungere il parcheggio del lago piccolo la location scelta per questa prima edizione. “Edizione che richiama la formula originale non soltanto nelle modalità, ma in quanto sua diretta emanazione dal momento che Avigliana ha aderito all’associazione “Cena in Bianco – Unconvetional Dinner” depositaria del marchio registrato che ha ideato il famoso evento di Torino poi esportato in altre città d’Italia” spiega Cinzia Milano organizzatrice dell’evento insieme all’amministrazione comunale con il supporto logistico dell’Unione Commercianti e de “La Zanzara” locale storico in riva al lago. E continua “Siamo molto entusiasti per come sono andate le cose. Tutti quanti si sono attenuti al regolamento, e grazie alla location straordinaria il colpo d’occhio è stato impagabile specie al tramonto e con lo scendere della notte con tutte le candele accese” . Visibilmente soddisfatto anche l’Assessore alla cultura Andrea Archinà:Quando dallo scorso settembre abbiamo cominciato a ragionare sul palinsesto estivo, avevamo già in mente di provare ad organizzarla sul modello di quella originale di Torino. Proprio pensando al format originale la prima scelta era caduta su Piazza Conte Rosso, ma l’anticipazione dei lavori su via Umberto Primo ha cambiato le carte in tavola rendendo logisticamente più difficile l’organizzazione. Così abbiamo pensato al lago piccolo e l’idea è stata assolutamente azzeccata. Insomma un modo originale per promuovere il nostro contesto naturalistico specie perché crea aggregazione tra le persone che prima ancora dell’evento in sé condividono consigli su addobbi e ricette. Certamente da ripetere immaginando l’anno prossimo una location più capiente specie per il parcheggio quest’anno purtroppo un po’ limitato“.