Un tè al castello conquista i “nonni” del Bianca della Valle

RIVALTA – Conti, contesse e dame di compagnia, sindaco, nonni e volontari, assessori, accompagnatrici e parenti. Era affollato, martedì 12 giugno, il Castello che ha aperto le sue porte agli anziani ospiti della Casa di Riposo Bianca Della Valle. A piedi o in carrozzina, accompagnati dai volontari e dalle volontarie dell’Associazione Amici di Bianca o dai parenti, i visitatori sono stati accolti da Cesare della Chiesa, conte di Benevello, e dalla moglie Polissena – nella vita di tutti i giorni Paul Breuer e Cristina Balboni – e dalla contessa Bianca Della Valle e dal marito Demetrio – Alessandra Canavero e Franco Maniezzo – fedelmente scortati dalla dama di compagnia Germana Calavita. Così, varcando l’antico portone, Amalia, Angiolina, Augusta, Bruna, Egga, Gilda, Iole, Maria Teresa, Michele, Olinda  e Rita sono entrati in un mondo fantastico, fatto di saloni ampi ed eleganti, di candide tovaglie e di immacolate tazze da tè, fra composizioni di fiori, biscotti della Pasticceria Vacchieri, tè del Bar del Vicolo e vasetti di marmellata prodotti dalla vulcanica e dolcissima Adriana. Eleganti con le camicette fiorite e i morbidi foulard le signore e molto serio Michele con il camiciotto stirato di fresco, hanno tutti sorbito il tè servito e distribuito dagli Amici di Bianca Annamaria, Celestina, Domenico, Maria, Michela, Nicolina, Paola, Pina e Renato e dalla sempre sorridente Elisa della Cooperativa Nuova Assistenza che con la collega Laura presta cure e sostegno ai nonni. Terminato il rinfresco, che Egga considera un’esperienza assolutamente da rifare,  Angiolina ha apprezzato tantissimo, Rita ha definito bellissimo e che per il figlio e  la nuora di Augusta e la figlia di Maria Teresa è stata una bella iniziativa, si sono aperte le danze, quando tutti hanno danzato con tutti, il Conte Cesare con il vicesindaco Rita Vittori commossa per la presenza dei “nonni” al castello, le volontarie con i “nonni” e le “nonne”,  la Contessa Bianca con il marito di Adriana e il Conte Cesare con la dama di compagnia, le volontarie con il vicepresidente degli Amici di Bianca Domenico, felice per l’evento, il primo della sua vicepresidenza, e poi il vicesindaco con l’assessore Gianna De Masi per la quale è stato un vero piacere aprire un bene storico a chi fa parte del nostro vissuto, mentre don Joshan Rodrigues guardava sorridendo e Dj per un giorno era il Sindaco Mauro Marinari che per gli anziani ospiti ha raccontato una breve storia del Castello, da semplice fortificazione in legno a futura sede di biblioteca. Al termine, la consegna di piantine fiorite ai gentili e disponibili “padroni di casa” Conti Orsini Benevello e la fotografia di gruppo nel giardino soleggiato hanno sancito la fine di un pomeriggio che molti pensano già di ripetere, magari in autunno quando, si augura Renato, consigliere e volontario, anche chi martedì ha scelto di non partecipare deciderà forse di intervenire, “Perché la soddisfazione di noi volontari è che i “nonni” siano contenti”. (Fotografie di Renata Ortolano)