Una mostra a “misura” dei più piccoli Troni e castelli sono sbocciati dalla fantasia dei bambini nei laboratori di "Intrecci educativi"

RIVALTA – Una maestra d’arte sensibile e creativa, 180 ore di corsi gestiti volontariamente e la fantasia dei piccoli del territorio. Questi gli “ingredienti” da cui è nata la mostra che, lo scorso fine settimana, ha portato al Centro Incontri del Mulino il Castello degli Orsini, letto, rivisitato e reinventato dalla creatività e dall’immaginazione dei giovanissimi alunni delle scuole primarie e dell’infanzia. Così, se le scuole dell’Infanzia Bruno Munari e Pollicino hanno impiegato biscotti e cracker scaduti o un po’ in briciole per raccontare di un maniero tenero e dolce, la classe IVa B della primaria Europa Unita e le classi Ia e IIIa B della pari grado Italo Calvino hanno trasformato cartoni, contenitori delle uova, vasetti dello yogurt e bottiglie di plastica i torrioni e merlature, ponti e spalti. E se le classi Ia e IVa E della primaria Duchessa Anna D’Aosta hanno saputo mutare imballaggi e vecchie scatole in un castello fantastico, sono stati i piccoli dell’asilo nido del Villaggio Sangone a costruire i troni del re e della regina con sedie di arredamento gentilmente regalate e abbellite da nastri e stoffe colorate,  a cui si è aggiunto un castello a misura di bimbo che, terminata la mostra, diventerà per i piccoli creatori un nuovo gioco, testimonianza di un percorso nel quale Daniela Cristofani ha saputo condurre le classi con competenza e rispetto.